Sport

pubblicato il 29 marzo 2010

WSBK 2010, Aprilia: è storica la doppietta di Biaggi

Doppietta di moto e pilota italiani: mancava dal 1998...

WSBK 2010, Aprilia: è storica la doppietta di Biaggi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Portimao, Team Aprilia Alitalia - anteprima 1
  • WSBK 2010, Portimao, Team Aprilia Alitalia - anteprima 2
  • WSBK 2010, Portimao, Team Aprilia Alitalia - anteprima 3
  • WSBK 2010, Portimao, Team Aprilia Alitalia - anteprima 4
  • WSBK 2010, Portimao, Team Aprilia Alitalia - anteprima 5
  • WSBK 2010, Portimao, Team Aprilia Alitalia - anteprima 6

Era dal 1998 che un pilota italiano su una moto italiana non otteneva una doppietta nel contesto di un GP di WSBK: allora la firma fu della Ducati di Chili, mentre ieri a portare il tricolore per due volte sul gradino più alto del podio è stato Biaggi in sella ad una Aprilia RSV4 che ben poco aveva in comune con quella vista un mese fa in Australia. Un successo incredibile, un po' sudato ma strameritato in entrambe le corse, che rispetto alla storica doppietta firmata dalla Rossa di Borgo Panigale porta con sé un pizzico di italianità in più: il main sponsor Alitalia.

Con questa doppia vittoria Biaggi si porta al secondo posto della classifica del mondiale con 69 punti, alle spalle di Haslam (Suzuki, 85 punti), che ha dimostrato comunque di essere un'osso duro: le due seconde piazze, infatti, si aggiungono alla vittoria ed al secondo posto ottenuti in Australia...pista sulla quale Biaggi ha collezionato solo un quinto ed un ottavo posto sembrando in affanno per tutto il weekend. Attendiamo con ansia Valencia, anche se prima di poter dire che Biaggi e l'Aprilia possono puntare concretamente al titolo crediamo sia il caso di attendere un'altra pista con pochi riferimenti: Assen, il 25 aprile, potrebbe essere il banco prova perfetto.

"E’ un piacere essere tornati davanti dopo i problemi dell’Australia – ha dichiarato Biaggi – siamo migliorati rispetto allo scorso anno. In Gara 2 il passo è stato un po’ più lento ed eravamo tutti molto vicini, è stata veramente una grande battaglia con molti sorpassi e qualche errore. Sono veramente molto felice per questa doppia vittoria perché è veramente un grande risultato sia per me che per la mia squadra e l’Aprilia cha sta lavorando davvero molto bene."

Molto buona anche la prestazione di Camier: i due quinti posti colti dal pilota inglese ne segnano il costante progresso. "Sono molto contento – ha detto Camier – siamo andati bene in entrambe le gare con un ottimo passo. Purtroppo nei primi giri non riesco a prendere subito il ritmo e questo mi penalizza non poco. Adesso dovrò migliorare anche sotto questo aspetto, il feeling con la mia RSV4 con questo nuovo assetto sta migliorando e dobbiamo lavorare duro per progredire ancora."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top