Sport

pubblicato il 28 marzo 2010

WSBK 2010, Portimao, Gara 1: grande Biaggi

Check-in perfetto per la Aprilia n.3 del pilota romano. Secondo Haslam...

WSBK 2010, Portimao, Gara 1: grande Biaggi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Portimao - anteprima 1
  • WSBK 2010, Portimao - anteprima 2
  • WSBK 2010, Portimao - anteprima 3
  • WSBK 2010, Portimao - anteprima 4
  • WSBK 2010, Portimao - anteprima 5
  • WSBK 2010, Portimao - anteprima 6

E' dell'Aprilia di Biaggi la vittoria della prima manche del secondo round del Campionato del Mondo WSBK sulla pista di Portimao. Partito benissimo, il corsaro ha dimostrato per tutta la gara di avere un passo vincente, gestendo l'esuberanza di Haslam nei ruoli di inseguitore ed inseguito che hanno caratterizzato i vari momenti della corsa.

Una vittoria davvero meritata quella del romano, che arriva dopo una serie di test invernali su questa pista ed una prima corsa in Australia che non avevano dimostrato il vero potenziale del pacchetto messo in pista dal team di Noale. Certo, Portimao è una pista nota, soprattutto in termini di assetto, e così sarà anche Valencia: la prova del nove del fatto che Biaggi possa essere realmente in lizza per la vittoria di questo mondiale arriverà solo dopo Assen.

A stupire, invece, è la velocità della Suzuki GSX-R: velocissima a Phillip Island, tagliente a Portimao, la quadricilindrica di Hamamatsu sembra avere davvero pochi punti deboli, soprattutto se guidata dal pilota n.91. A mancare, probabilmente, è la capacità di conservare le gomme per qualche km in più (erogazione)...anche se la cura Haslam sembra stia portando ottimi benefici anche sotto questo punto di vista. Il feeling dell'inglese con questa moto in termini di assetti, infatti, può migliorare ancora molto.

Terzo Rea: visti i tempi di questo inverno ci si aspettava qualcosa in più da lui, mentre per Checa vale un discorso opposto: su questa pista, con la 1098R, sembra essere impossibile andare più forte di quanto stiano facendo lui e Byrne (6°). Buon quinto, a 7.5 secondi, Camier: il campione BSB prosegue nell'adattamento alla SBK di Noale ed il fatto di essere riuscito a mettersi dietro moto come la seconda Ducati del Team Althea, Toseland o Haga può davvero far ben sperare per il proseguio della stagione.

Sfortunata, ma va considerato che di rookie a tutti gli effetti si tratta, la corsa di Crutchlow: dopo aver polverizzato il record della pista in prova, "occhi da matto" si è ritrovato con l'anteriore chiuso a pochi giri dalla fine, mentre difendeva il suo terzo posto dagli attacchi di Rea. Non sarà uno Spies, ma indipendentemente da cosa farà in gara 2, ci sembra di poter già dire che siamo di fronte ad uno dei migliori interpreti della categoria.

Da dimenticare il weekend del team Ducati Xerox: l'ottavo di Haga e l'undicesimo di Fabrizio sono posizioni che non competono al potenziale del team emiliano. L'appannamento tecnico c'è ed è evidente, visto anche l'andamento dei privati Checa e Byrne, e forse a mancare sono anche le motivazioni. Motivazioni che sembrano essere passate in BMW con l'arrivo di Tardozzi: il nono posto di Corser non rende giustizia alla prima parte di gara dell'australiano, terzo nei primi passaggi ed in lotta nel gruppetto degli inseguitori sino a metà corsa, ed anche Xaus sembra essere più convinto del potenziale della sua S1000RR. C'è molto da fare, chiaramente, ma la strada intrapresa sembra essere quella giusta.

L'appuntamento con la WSBK è fissato per le 16.30. Stay tuned!

WSBK 2010, Portimao, Gara 1 - 28/03/2010
1 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 37'59.283 (159,562 kph)
2 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 0.200
3 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 6.901
4 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 7.457
5 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 7.564
6 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 11.420
7 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 18.391
8 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 18.536
9 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 24.514
10 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 32.427
11 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 35.045
12 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 36.816
13 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 36.841
14 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 44.678
15 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 44.942
16 31 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 59.135
17 32 Morais S. (RSA) Honda CBR1000RR 59.852
18 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'00.097
19 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'10.151
20 99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R
RET 88 Pitt A. (AUS) BMW S1000 RR
RET 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R
RET 49 Tamada M. (JPN) BMW S1000 RR
RET 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top