Sport

pubblicato il 23 marzo 2010

MotoGP 2010: c'è preoccupazione nel Team Gresini

Gli scarsi risultati dei test non annunciano nulla di buono...

MotoGP 2010: c'è preoccupazione nel Team Gresini
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Team San Carlo Honda Gresini - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Team San Carlo Honda Gresini - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Team San Carlo Honda Gresini - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Team San Carlo Honda Gresini - anteprima 4

L'inizio di stagione non è certamente da incorniciare per il Team San Carlo Honda Gresini: Marco Melandri e Marco Simoncelli, infatti, sono vittime di una evidente crisi tecnica, che da un lato porta il più esperto ad essere molto lento e dall'altro costringe SIC a muovere i primi passi in sella ad una moto non solo difficile da mettere a punto ma anche impegnativa da guidare.

La situazione dei piloti del team romagnolo è per certi versi comune a quella di altri piloti Honda, anche se bisogna ammettere come Randy De Puniet, negli ultimi test in Qatar, sia riuscito a contenere il distacco dal primo degli ufficiali Honda (Dovizioso) in appena sette decimi. Un valore che dimostrerebbe come il potenziale delle quadricilindriche di Tokyo non sia poi così lontano dai migliori nemmeno in configurazione privata (Dovizioso ha girato a tre decimi da Stoner), anche se non c'è pilota che non abbia lamentato difficoltà di messa a punto in sella al M.Y. 2010 della RC212V. Come al solito, ora, il problema è capire se a non andare siano i piloti, le moto o i team che le gestiscono. Di certo, per Gresini, l'inizio della nuova stagione non sarà facile.

"Le abbiamo veramente provate tutte - ha dichiarato Marco Melandri - ma niente ci ha portato sulla giusta strada. Ogni cambiamento non ha dato indicazioni incoraggianti ed il lavoro vieniva vanificato. A complicare le cose ha contribuito anche una caduta ed una moto praticamente fuori uso. Non credo sia soltanto nostro il problema perché vedo che quasi tutti gli altri pilota Honda soffrono dei nostri problemi. Tra poco ci sarà la prima gara e l’attuale situazione ci preoccupa alquanto. Serve un’impegno totale per cercare le soluzioni ed intervenire per risolvere l’attuale spiacevole situazione."

"Faccio veramente fatica. Abbiamo tentato diverse soluzioni - dichiara Marco Simoncelli - ma non ne abbiamo trovato una che ci permettesse di fare progressi. A questo punto non credo che questo momento di chiara difficoltà possa attribuirsi alla mia poca esperienza in Motogp. Vedo che anche gli altri piloti Honda stanno incontarndo chi più chi meno le stesse difficoltà quindi ritengo che tutti insieme dobbiamo rimboccarci le maniche per uscire da una situazione non certo piacevole."

"C’è molto da lavorare - dichiara Fausto Gresini - non sarà facile ma sono convinto che con la determinazione che ci contrattistingue e l’impegno deciso della Honda arriveremo a trovare la strada giusta. Oggi naturalmente sono preoccupato e vedere che difronte all’impegno ed ai vari tentativi dei tecnici non si sia fatto nessun progresso sono alquanto deluso. Come sempre continuo però a credere nella forza della Honda e nelle sue capacità di reazione e spero che affronti con decisione il momento particolarmente difficile."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top