Test

pubblicato il 22 marzo 2010

Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera - TEST

La custom italiana facile e attraente ora è "coal black"

Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera - TEST
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera 2010 - TEST - anteprima 1
  • Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera 2010 - TEST - anteprima 2
  • Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera 2010 - TEST - anteprima 3
  • Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera 2010 - TEST - anteprima 4
  • Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera 2010 - TEST - anteprima 5
  • Moto Guzzi Nevada 750 Aquila Nera 2010 - TEST - anteprima 6

Vi abbiamo già parlato dell'ammiraglia custom della Moto Guzzi, la California, disponibile per il 2010 anche in allestimento Aquila Nera (come avviene anche per la Bellagio 940). La stessa operazione è estesa alla più piccola delle custom lariane, la Nevada 750, anch'essa offerta da quest'anno nell'accativante livrea in nero opaco con lo storico logo Moto Guzzi sovrastato dall'aquila dorata.

La Nevada 750 si affiancò nella seconda metà degli anni ’80 alla California e divenne ben presto un autentico best seller della produzione di Mandello del Lario, anche in virtù della duplice cilindrata di 350 cc e 650 cc in cui era proposta. Solo diversi anni dopo la cubatura crebbe a 750 cc e con essa non tardò troppo ad arrivare l'alimentazione ad iniezione elettronica.

Oggi che la Nevada è offerta nella gamma dei modelli "Aquila Nera" ritroviamo gli stessi stilemi condivisi con le sorelle California e Bellagio: livrea nero opaco denominato "Coal Black" su serbatoio, fianchetti, parafanghi e superfici del blocco motore per un piacevole contrasto con l'alluminio dei cilindri e le spesse cromature su ruote, impianto di scarico e ponte di comando. Il tutto sottolineato dal ritorno del marchio storico Moto Guzzi, quello con la grande aquila dorata che capeggia maestosa sulla scritta Moto Guzzi.

In questo allestimento la Nevada 750 risulta tecnicamente inalterata rispetto alla versione presentata nel marzo 2008 e che ha introdotto importanti novità, quali il nuovo impianto di scarico e la nuova strumentazione. La Nevada 750 "Aquila Nera" si distingue quindi esclusivamente per la nuova livrea in nero opaco delle sovrastrutture e per il logo storico in oro che capeggia sul serbatoio.

La "piccola" custom Guzzi, anche in questa nuova versione 2010, è una moto pensata per tutti coloro che vogliono entrare nel mondo Moto Guzzi con una moto facile, affidabile e dai bassi costi di gestione. Merito del motore bicilindrico a V di 90° da 744 cc, che ha nella rapidità di risposta e nella coppia ai medi regimi le sue qualità più apprezzate, perfettamente accordato con una ciclistica dal feeling adeguato all'indole della moto. La forcella è infatti abbastanza cedevole da garantire comfort e ottimo assorbimento delle asperità ma non per questo è affetta da scarso rigore. Lo stesso giudizio vale per il doppio ammortizzatore regolabile al retrotreno, il cui unico neo è un'escursione limitata se si viaggia a pieno carico. Sicuro e gestibile l’impianto frenante, composto da un disco anteriore da 320 mm dotato di pinza a 4 pistoncini, coadiuvato da un disco posteriore da 260 mm.

Il motore è elemento strutturale del telaio in acciaio a doppia culla scomponibile. L’inclinazione del cannotto di sterzo, pari a 27°50’, indica come la predilezione sia per la guida tranquilla e la ricerca di doti di stabilità elevate, caratteristiche che i valori di interasse e avancorsa, rispettivamente di 1.467 mm e 138 mm, confermano. Sulle belle ruote a raggi da 18 pollici all’anteriore e 16 pollici al posteriore sono montati pneumatici abbastanza larghi ma a spalla alta, nelle misure 110/90 e 130/80.

Il propulsore da 744 cc, bicilindrico, raffreddato ad aria, con distribuzione a 2 valvole per cilindro comandate da aste bilancieri e alimentazione ad iniezione elettronica è un inno alla razionalità costruttiva, affinata negli anni e tale da rendere la Nevada 750 davvero a prova di maltrattamenti. Il cambio è a 5 rapporti e ovviamente la frizione è monodisco a secco collegata alla trasmissione finale a cardano. Con 48,8 CV a 6.800 giri e una coppia massima di 54,7 Nm a 3.600 giri, ci si possono godere infinite passeggiate senza tuttavia rinunciare a una certa grinta quando si ha necessità di un rapido trasferimento.

La nuova versione Aquila Nera non comporta variazioni al prezzo di listino di Nevada 750, ed è quindi offerta a 7.860 Euro f.c. .

In questo test:
Casco Roof Boxer
Giubbotto A-Pro Breeze
Guanti Alpinestars
Scarponcini TCX Xcube
Paraschiena M-Tech

Autore: Redazione

Tag: Test


Top