Eventi

pubblicato il 12 marzo 2010

Motodays 2010: svelata la Yamaha SuperTénéré

Quattro chiacchiere con Enrico Pellegrino, DG Yamaha Motor Italia

Motodays 2010: svelata la Yamaha SuperTénéré
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Motodays 2010: conferenza Yamaha - anteprima 1
  • Motodays 2010: conferenza Yamaha - anteprima 2
  • Motodays 2010: conferenza Yamaha - anteprima 3
  • Motodays 2010: conferenza Yamaha - anteprima 4
  • Motodays 2010: conferenza Yamaha - anteprima 5
  • Motodays 2010: conferenza Yamaha - anteprima 6

Dopo averla vista solamente online, la nuova Yamaha SuperTénéré si svela al grande pubblico di Motodays 2010. L'evento ha visto protagonisti Paolo Pavesio, Direttore Marketing e Comunicazione di Yamaha Motor Italia, Hiromu Murata, Presidente di Yamaha Motor Italia ed Enrico Pellegrino, Direttore Generale della filiale italiana dei tre diapason, con il quale abbiamo fatto quattro chiacchiere sul prodotto che riporterà in concessionaria un'icona oltre che un simbolo della produzione motociclistica nipponica.

DOVE SI INSERISCE
"Il ritorno della SuperTénéré è una grande emozione per noi. Ma in quale mercato si inserisce questa moto? In un mercato molto forte, in particolar modo dal 2000 al 2006, con quasi 160.000 unità immatricolate. Un segmento che ha sempre mantenuto quote importanti, anche nel periodo di crisi che abbiamo passato negli ultimi anni. E' sempre stato nel 25% di peso nel mercato, con oltre 30.000 unità nel 2008 e quasi 28.000 nel 2009. Vi sono delle macro aree nel segmento off-road: il crossover, che soddisfa il cliente più maturo, il motard che Yamaha ha rilanciato con la XT660X nel 2004 e l'enduro, dove la parte Adventure recita un ruolo da protagonista: 16.000 unità lo scorso anno, sempre poco meno di 20.000 negli anni passati."

73% DEL SEGMENTO ADVENTURE TRA 40 E 50 ANNI
"55% dei motociclisti hanno dai 40 agli over 50 anni, quindi motociclisti già esperti. Nell'on-off adventure questa percentuale sale al 73%: chi acquista questa moto sa perfettamente cosa vuole, ha esigenze precise ed una maturità motociclistica raffinata, per cui bisogna stare davvero attenti a cosa si propone. Dopo aver valutato bene questi "dettagli", abbiamo sviluppato il concept SuperTènèrè, pensandola come una moto definitiva, in grado di fare tutto: andare bene in città, piacevole da guidare lungo le strade di montagna e confortevole nei viaggi. Naturalmente doveva essere in grado di fare anche dell'enduro leggero e, visto che siamo nel 2010, non potevano mancare tutti gli electronic-aid di ultima generazione, a partire dall'ABS per arrivare al controllo della trazione."

MANOVELLE A 270°
"Il cuore della moto è un bicilindrico frontemarcia, 1.199 cc, quattro valvole, twin spark, la nuova unità vanta l'albero motore con manovelle a 270°, doppio contr'albero, carter secco ed una compattezza dimensionale ideale per questo genere di moto. 110 CV, 114 Nm di coppia massima, SuperTénéré monta una trasmissione a cardano di ultima generazione, ideale per contenere i costi di manutenzione. Tra le feature interessanti della ciclistica, il telaio in acciaio ad alta resistenza con zone a diversa rigidità, forcella a steli rovesciati da 43 mm, regolabile in precarico, estensione e compressione, forcellone in alluminio "gestito" da un monoammortizzatore regolabile. Tra le particolarità progettuali che ci hanno consentito di contenere le dimesioni, anche del telaio, vorrei segnalare il posizionamento laterale dei radiatori, che sono dimensionalmente asimmetrici tra di loro. Nonostante un serbatoio (a sviluppo verticale) da 23 litri, la posizione di guida è estremamente comoda e la sella molto bassa: è posizionata ad 845 mm da terra, ma per chi ne sentisse la necessità è possibile farla scendere fino a 815 mm. Regolabile è anche il parabrezza."

PESA COME LE COMPETITOR
"Vorrei spendere qualche parola sul peso, che ho visto molto criticato su molti siti e blog: noi dichiariamo 261 kg, con tutti i liquidi ed il pieno di benzina. Non è una moto pesante: è semplicemente il giusto peso per l'uso e per la tecnologia onboard. Tra l'altro, le dirette competitor vantano valori del tutto confrontabili."

ELETTRONICA SI' MA NON INVASIVA
"La SuperTénéré 2010 è la prima Yamaha a proporre il controllo della trazione. Si abbina all'acceleratore elettronico YCC-T, proponendo tre livelli di intervento, di cui una prevede la totale esclusione del sistema. E' possibile inoltre scegliere tra due livelli di erogazione (D-Mode), sport o touring, in termini di mappatura del motore. Di serie proponiamo anche un sistema ABS di ultima generazione con sistema di frenata integrale (UBS) disinseribile agendo prima sulla leva del freno posteriore."

NON SI DEVE FERMARE
"Spirito off-road: quando finisce la strada la moto non deve fermarsi. E' per questo che abbiamo scelto di impreziosire la dotazione con i cerchi a raggi con guida a doppia T tubeless (19" davanti e 17" dietro), i paramani o le pedane con zone in gomma ad alta deformabilità per assicurare i miglior grip quando ci si alza dalla sella."

FIRST EDITION: 15.290 EURO
"La moto arriverà in concessionaria in una First Edition 2010 full optional, borse in alluminio, paramotore e protezione faro. Grigia o blu, arriverà in concessionaria a maggio ad un prezzo di 15.290 euro f.c. Chi acquista questa moto ha anche l'esigenza di massima personalizzazione: parallelamente allo sviluppo della moto abbiamo sviluppato anche i fari antinebbia, manopole riscaldate, una sella ancor più bassa e molto altro."

Autore: Emiliano Perucca

Tag: Eventi


Top