Sport

pubblicato il 24 febbraio 2010

Franco Picco al via del Pyramides e del Faraoni

Il vicentino raddoppia, anzi triplica gli impegni della stagione 2010

Franco Picco al via del Pyramides e del Faraoni
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2010: vis à vis con Franco Picco - anteprima 1
  • Dakar 2010: vis à vis con Franco Picco - anteprima 2
  • Dakar 2010: vis à vis con Franco Picco - anteprima 3
  • Dakar 2010: vis à vis con Franco Picco - anteprima 4
  • Dakar 2010: vis à vis con Franco Picco - anteprima 5
  • Dakar 2010: vis à vis con Franco Picco - anteprima 6

Franco Picco non molla ma raddoppia, anzi, triplica gli impegni di altissimo livello nella sua stagione di corse 2010. Dopo aver partecipato con grande soddisfazione alla 2° Dakar in terra sudamericana, infatti, il mitico pilota vicentino ha fatto sapere di aver già dato la sua adesione per al Rally Pyramides ma soprattutto al Faraoni, corsa di cui conserva gelosamente in bacheca due coppe riservate al vincitore...

"L'appetito vien mangiando" ci disse nel corso dell'intervista che gli facemmo a pochi giorni dal via e, con ogni probabilità, crediamo che la frase simbolo di una nuova intervista sarebbe nuovamente questa.

Visti i suoi 54 anni, infatti, Franco parte più con lo spirito di un rider in cerca d'avventura che quello di un pilota pronto a tutto per la vittoria, anche se non ci sarebbe nulla di male a cogliere al volo l'occasione se ad un certo punto - come spesso accade - si ritrovasse con 3/4 dei partenti al suo inseguimento...

Il ritorno ad alto livello e la personalità di Picco hanno suscitato numerose reazioni nell'ambiente dei raid, al punto che alla partenza della Dakar 2010 fu addirittura vittima di un sabotaggio della sua Yamaha supportata ufficialmente dalla Casa di Iwata: alla fine del primo trasferimento, infatti, scopri che nel serbatoio della sua WR erano stati svuotati un paio di kg di zucchero.

Non è stato ancora ufficializzato con quale moto Picco prenderà il via alle due corse, anche se è probabile che vista la "vicinanza" a Yamaha il vicentino prosegua la sua storica avventura in sella alle monocilindriche giapponesi.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top