Sport

pubblicato il 21 febbraio 2010

WSBK 2010, Phillip Island, Test Day/1

Sei Ducati nei primi dieci: Checa al comando. Aprilia ottava

WSBK 2010, Phillip Island, Test Day/1
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2010, Phillip Island, Test - anteprima 1
  • WSBK 2010, Phillip Island, Test - anteprima 2
  • WSBK 2010, Phillip Island, Test - anteprima 3
  • WSBK 2010, Phillip Island, Test - anteprima 4

Sei 1098R nelle prime dieci posizioni è il bottino Ducati nella prima sessione di test a Phillip Island in previsione dell'ormai prossima corsa sulla stessa pista, la prima di un mondiale WSBK davvero attesissimo. Sorniona per tutto l'inverno, la Rossa sembra essersi presentata al via della nuova stagione sportiva decisamente rafforzata sotto il profilo tecnico, permettendosi il lusso di fornire a Checa - Team Althea - una moto in grado di combattere ad armi pari con le ufficiali di Fabrizio e Haga.

Anzi, a dire il vero Checa è stato addirittura l'unico pilota a scendere sotto al muro del '32, lasciando a quasi quattro decimi il compagno di marca Fabrizio. Si conferma in vetta alle classifiche anche Haslam, terzo con la Suzuki GSX-R del Team Alstare, seguito in modalità "francobollata" dall'altra Ducati ufficiale (Haga) e dalla Honda di Rea. Nel pacchetto dei primi, visti i soli 3 decimi che lo separano da Fabrizio, anche Byrne con la seconda delle Ducati di Bevilacqua.

Settimo posto per il redivivo Neukirchner (vuoi che sia Portimao?) e solo ottavo per Biaggi, che ha portato per la prima volta in pista i colori Aprilia Alitalia: "Rispetto alle ultime gare della scorsa stagione qui la situazione è un po’ diversa – ha dichiarato Biaggi – questo è un circuito particolare dove è essenziale essere a posto per stare davanti. Soffriamo ancora nella fase di decelerazione dove dobbiamo attutire vibrazioni e saltellamenti in ingresso curva che tolgono sicurezza, e dobbiamo farlo con il materiale che abbiamo a disposizione qui. Domani lavoreremo in questa direzione cercando di aggiustarci il più possibile."

Decisamente bene anche Smrz, nono con una Ducati che conosce bene nella configurazione 2009 ma con cui è al debutto nel 2010 (avendo saltato tutti i test) e decimo Lanzi, che torna sulla sella della 1098R del Team DFX dopo essere stato appiedato lo scorso anno in favore di Nieto.

Male le Yamaha, con Toseland solo 11esimo e Crutchlow 15esimo: ""Oggi - ha dichiarato Toseland - è stata una giornata di studio per noi. Ci siamo concentrati sul nuovo telaio, provando alcune soluzioni senza guardare i tempi. Domani proseguiremo nella messa a punto della moto portando avanti il lavoro svolto oggi e provando a fondo alcune cose."

"Non sono stato molto veloce quest’oggi - ha dichiarato Crutchlow - ma penso sia naturale. Per la prima volta ho usato la nuova moto e con la squadra ci siamo concentrati sul set up, cercando le migliori soluzioni possibili per questo tipo di pista. Sono fiducioso per la giornata di domani durante la quale proseguiremo il lavoro di messa a punto."

Non bene, soprattutto considerando dove si trova Haslam, la posizione di Guintoli così come è "imbarazzante" il 14esimo di Corser, che la pista di Phillip Island la conosce come il salotto di casa sua: una situazione condivisa anche da Xaus (16esimo) e dalle S1000RR private di Pitt e Resch, 18esimo e 21esimo.

13esima e 17esima la ZX-10R ufficiale: sorprendentemente, però, non è Vermeulen il più veloce della coppia "verde" ma Sykes. C'è da fare.

Domani seconda ed ultima sessione di test. Vi terremo aggiornati.

WSBK 2010, Phillip Island, Test day/1 - 21/02/2010
1 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R 1'31.959
2 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 1'32.349
3 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000 1'32.484
4 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1'32.518
5 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1'32.544
6 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 1'32.671
7 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR 1'32.735
8 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F. 1'32.832
9 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 1'32.912
10 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R 1'32.979
11 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1 1'33.135
12 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000 1'33.190
13 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R 1'33.222
14 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 1'33.299
15 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1 1'33.444
16 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 1'33.498
17 77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R 1'33.648
18 88 Pitt A. (AUS) BMW S1000 RR 1'33.699
19 25 Brookes J. (AUS) Honda CBR1000RR 1'33.710
20 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F. 1'33.852
21 123 Resch R. (AUT) BMW S1000 RR 1'34.361
22 31 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 1'35.260
23 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'36.087
24 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R 1'36.155

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top