Curiosità

pubblicato il 17 febbraio 2010

Treviso: installazione choc nel cortile della scuola

Sensibilizzerà gli studenti sul tema della sicurezza stradale

Treviso: installazione choc nel cortile della scuola

Sarà un'installazione choc, nel bel mezzo del cortile di una scuola di Onè di Fonte (TV), a cercare di spiegare ai giovani studenti dell'istituto - e non solo - quali siano i rischi della strada.

Due manichini, l'unica cosa "finta", la carcassa di una moto, le giacche sporche di sangue, i caschi in tinta con la moto sportiva incolpevole protagonista di un incidente mortale per una giovane coppia di 24 e 23 anni. Giovani che quella scuola l'hanno frequentata ed in cui si sono conosciuti, unendo per l'ultima volta i loro destini la scorsa estate, in un tragico incidente contro un'automobile che ha mancato la precedenza, come spesso accade, alle porte di Vedelago.

La province venete non sono certamente nuove a questo genere di iniziative: lo scorso anno fu la volta delle installazioni in "dialetto veneto" del Comune di Vigonza, volute dal cosigliere comunale Roberto Caon come messaggio "forte e chiaro" in un territorio in cui l'utilizzo dell'idioma locale è molto radicato.

L'installazione, che sarà "operativa" dal 26 febbraio 2010, è stata voluta con forza dal padre di uno dei due fidanzati: di certo non sarà risolutiva nei confronti delle imprudenze, ma la sensibilizzazione - soprattutto in giovane età - può funzionare da deterrente, purchè la cosa sia sistematica: è ora che le istituzioni sviluppino iniziative concrete a riguardo. Noi ce lo auguriamo.

[Foto - Gazzettino.it ]

Autore: Redazione

Tag: Curiosità


Top