Attualità e Mercato

pubblicato il 4 febbraio 2010

Buell: in USA oltre 1100 moto a prezzo di realizzo

E a fine gennaio l'asta per i beni aziendali

Buell: in USA oltre 1100 moto a prezzo di realizzo
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Buell - Fabbrica in liquidazione e oltre 1100 moto a prezzo scontato - anteprima 1
  • Buell - Fabbrica in liquidazione e oltre 1100 moto a prezzo scontato - anteprima 2
  • Buell - Fabbrica in liquidazione e oltre 1100 moto a prezzo scontato - anteprima 3
  • Buell - Fabbrica in liquidazione e oltre 1100 moto a prezzo scontato - anteprima 4
  • Buell - Fabbrica in liquidazione e oltre 1100 moto a prezzo scontato - anteprima 5
  • Buell - Fabbrica in liquidazione e oltre 1100 moto a prezzo scontato - anteprima 6

Il numero scende costantemente. Ieri erano 1107, oggi sono 1103. Parliamo delle Buell, vendute direttamente da Harley-Davidson attraverso il sito web ufficiale dell'ex-Costruttore americano di moto sportive tramite lo strumento on line "find a bike".

Una tabella espositiva, molto chiara, con tutta la gamma in bella mostra fotografata all'interno dello stabilimento produttivo, permette di rendersi conto immediatamente di cosa è rimasto presso i concessionari Buell sparsi negli States. L'operazione è riservata al solo mercato USA e l'invito all'acquisto è molto chiaro: "Non c'è mai stato un momento migliore per acquistare una Buell."

E' vero, i prezzi, anche se non indicati, sono parecchio più bassi rispetto al programmato listino 2010 - "prezzi senza precedenti", recita il sommario - e, in aggiunta, Harley-Davidson assicura una garanzia di due anni con chilometraggio illimitato.

Da appassionati, al di là del mero aspetto economico che sicuramente attirerà tanti clienti con il "naso" per gli affari da liquidazione, troviamo invece che metta un po' tristezza vedere nelle fotografie delle moto, sullo sfondo, che alla linea di montaggio non c'è nessuno. E fra poco non ci saranno più nemmeno le attrezzature...

Il Costruttore americano ha infatti incaricato la Liquid Asset Partners di provvedere alla liquidazione di tutti i beni strumentali aziendali. Sul sito dell'agenzia con sede nel Michigan sono elencati i beni in questione: macchinari per le lavorazioni meccaniche e gli assemblaggi, mobilio per uffici (memorabilia compresi), strumentazioni informatiche, attrezzature da officina, strutture per il magazzinaggio e veicoli aziendali, tra cui camion, furgoni, carrelli e, udite udite, motociclette della concorrenza. Volete sapere quali? Ktm rally del 1998, Ktm SuperDuke del 2008, Bmw R1100RT del 1999 e Triumph Speed Triple del 2007.

L'asta avrà luogo alla fine di gennaio e l'attesa è tanta perché sono tantissimi, privati e aziende, interessati a entrare in possesso di tanto ben di dio. Non potrebbe essere altrimenti dato che non parliamo di una fabbrica in declino, sull'orlo della bancarotta, ma di un'azienda che fino al giorno in cui il consiglio di amministrazione ha deciso di chiuderla, lavorava regolarmente secondo elevati standard di qualità.

"Buell ha una grande fama come produttore di motociclette americane di qualità – afferma Bill Melvin Jr., amministratore delegato della Liquid Asset Partners -, per non avere mai fatto economia nella costruzione dei suoi modelli e nella scelta delle migliori attrezzature produttive. C'è un incredibile interesse intorno a questa vendita, per i macchinari e i veicoli lasciati aziendali, e la quantità di beni che andranno all'incanto è tale che nessuno di coloro che parteciperà all'asta andrà a casa a mani vuote."

Chissà cosa ne pensa il grande Erik Buell, fondatore della Buell Motorcycles e oggi impegnato nella sua nuova avventura imprenditoriale, la 'Erik Buell Racing', piccola factory specializzata nell'allestimento di Buell da corsa e nella realizzazioni di parti speciali. Secondo noi, la sola notizia di una liquidazione all'asta gli avrà fatto venire degli incubi!

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Attualità e Mercato


Top