Tecnica

pubblicato il 2 febbraio 2010

Bosch lancia l'ABS di nuova generazione con eCBS

Già disponibile su Kawasaki 1400 GTR e Bmw S1000RR

Bosch lancia l'ABS di nuova generazione con eCBS
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Bosch ABS \'Generation 9 Enhanced\' con eCBS - anteprima 1
  • Bosch ABS \'Generation 9 Enhanced\' con eCBS - anteprima 2

Al 41° Tokyo Motor Show dello scorso ottobre 2009 Bosch ha presentato il suo sistema ABS di ultima generazione, caratterizzato da dimensioni compattissime della centralina elettro-idraulica di controllo e dall’integrazione con il sistema elettronico di frenata combinata, il cosiddetto "eCBS".

Sviluppato dal ‘Bosch motorcycle ABS Center of Competence" in Giappone e introdotto sul mercato lo scorso novembre, il nuovo sistema ABS con frenata combinata ad attuazione elettro-idraulica, è denominato "Generation 9 Enhanced". Con un peso complessivo del sistema di soli 1,6 kg e una centralina che occupa un volume di appena 1,2 litri, è il più piccolo e leggero ABS con eCBS integrato attualmente disponibile.

Ma cosa vuol dire ‘eCBS’? Analogamente a quanto accade con il C-ABS Honda offerto sulle CBR-RR 600 e 1000, con l’e-CBS Bosch si ottiene una frenata combinata su entrambe le ruote anche agendo sul solo comando della ruota anteriore o della ruota posteriore, in modo da evitare gli scompensi di assetto tipici di quando si aziona uno solo dei freni. Il cervello elettronico interviene tenendo conto di altri parametri oltre all’input di pressione del pilota sulle leve, come ad esempio la velocità. Sono inoltre disponibili alcune modalità di funzionamento selezionabili dal pilota, come la guida in condizioni di bagnato o al limite in circuito o a pieno carico con valigie e passeggero, a seconda ovviamente delle impostazioni di fabbrica e delle "features" disponibili per il modello di moto su cui è installato.

Ma perché Bosch non ha dato risalto all’introduzione del suo ABS di ultima generazione? Semplicemente perché i "clienti" del colosso tedesco non sono gli utenti finali ma le Case costruttrici. E infatti il "Generation 9 Enhanced" è disponibile sulla Kawasaki 1400 GTR 2010 sotto la denominazione ‘K-Act’ (Kawasaki Advanced Coactive-Braking Technology) e come "Race-ABS" sulla nuova superbike BMW S1000RR, per la quale l’impianto è solo parzialmente integrale.

Il contributo alla sicurezza attiva dei sistemi ABS per moto è fuori discussione, confermato da numerosi studi internazionali sull’incidentalità stradale che ne hanno stabilito l’efficacia come sistema dal maggiore impatto positivo per la riduzione degli incidenti o della loro gravità attualmente disponibile.

Nel 2008 l’Insurance Institute for Highway Safety (IIHS) statunitense ha stabilito che le motociclette di cilindrata superiore ai 250 cc equipaggiate con ABS sono coinvolte in incidenti mortali per il 28% in meno rispetto a quelle che ne sono sprovviste. Un'altra ricerca, pubblicata dalla Swedish Road Administration nel 2009 è giunta alla conclusione che il 48% degli incidenti gravissimi o fatali si sarebbero evitati se le moto coinvolte fossero state dotate di ABS.

Dal canto suo Bosch è pioniera nei sistemi di sicurezza attiva, avendo introdotto nel 1978 il primo ABS per automobili e nel 1984, grazie alla collaborazione con Bmw, il sistema antibloccaggio per le moto. Nel 2006 il centro di competenza per le moto è stato spostato in Giappone, a Yokohama, spostando la totale responsabilità per il business dell’ABS motociclistico nel più grande polo tecnologico di Bosch esistente fuori dalla Germania.

Il nuovo ‘Generation 9 Enhanced" ABS è stato interamente sviluppato in Giappone ed è con orgoglio che Wolfgang Hiller, presidente della divisione ‘Bosch Chassis System Control’ nel Paese del Sol Levante afferma: "Con l’ABS 9 Enhanced abbiamo sviluppato un sistema antibloccaggio che estende la sicurezza di guida in moto fino ai limiti fisici del mezzo."

Autore: Redazione

Tag: Tecnica


Top