Attualità e Mercato

pubblicato il 27 gennaio 2010

Aprilia RSV4: 296 i richiami per il motore

Il Gruppo Piaggio sostituirà il lotto di V4 sospetti

Aprilia RSV4: 296 i richiami per il motore
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia RSV4R 2010 - TEST - anteprima 1
  • Aprilia RSV4R 2010 - TEST - anteprima 2
  • Aprilia RSV4R 2010 - TEST - anteprima 3
  • Aprilia RSV4R 2010 - TEST - anteprima 4
  • Aprilia RSV4R 2010 - TEST - anteprima 5
  • Aprilia RSV4R 2010 - TEST - anteprima 6

Sia nella preziosa versione Factory che in quella più umana ma comunque veloce battezzata R, la Aprilia RSV4 non ci ha mai deluso. Anzi, a Misano (Factory) come all'Estoril (R) abbiamo trovato in lei non solo il DNA di una moto nata per le corse e poi covertita all'utilizzo stradale ma anche una piacevole idea di consistenza, tipica di quei prodotti industrializzati da aziende che nel campo della produzione di una supersportiva hanno poco da imparare.

Un prodotto che vanta delle caratteristiche tecniche (il motore V4 è una vera opera d'arte moderna) e dinamiche eccezionali, attualmente quasi inarrivabile sotto ogni punto di vista, ma che come tutti i prodotti dell'uomo può non essere esente da alcuni difetti di gioventù. Nel dettaglio della SBK replica di Noale, la platealmente manifestata debolezza di una partita di bielle - che causò la rottura di alcuni motori durante il press-test della R al Mugello - ha portato alla drastica quanto seria decisione di sostituire quasi 300 (296 le unità coinvolte) dei motori installati sulle versioni R ed Factory già circolanti.

Un numero consistente rispetto alle 2.000 unità - circa - immatricolate nel mondo, ma che testimonia la serietà del Gruppo di Pontedera nell'analizzare a fondo un problema che avrebbe potuto portare ad un danno di immagine devastante se non individuato e rimediato per tempo. C'è da dire che, sino ad oggi, le problematiche legate a questo elemento hanno portato a rottura solamente alcune dei motori preserie usati al Mugello e quindi, per molti clienti, la sostituzione del motore sarà esclusivamente preventiva: della serie "complimenti, hai vinto un motore nuovo...".

IL COMUNICATO STAMPA
"Aprilia comunica di aver intrapreso il richiamo di un numero limitato di moto RSV4 (versioni R e Factory), a seguito di prove sperimentali che hanno consentito di individuare un lotto di componenti - non conformi ai propri standard qualitativi - che è stato subito intercettato ed eliminato dalla produzione. Aprilia ha deciso volontariamente di ampliare il lotto di produzione oggetto della campagna di richiamo, per annullare qualsiasi potenziale rischio di guasto. L’obiettivo di Aprilia è di garantire ai propri clienti i più elevati standard di sicurezza e di qualità, per dare la massima soddisfazione nell’utilizzo su strada e in pista della RSV4. L’intervento di richiamo, che coinvolge nel mondo circa 300 moto RSV4 già in possesso dei clienti finali, prevede la sostituzione del gruppo motore a totale carico dell’azienda."

Autore: Emiliano Perucca Orfei

Tag: Attualità e Mercato


Top