Novità

pubblicato il 26 gennaio 2010

Vyrus 987 C3 4V

185 CV su 155 kg per l'opera d'arte romagnola

Vyrus 987 C3 4V
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Vyrus 987 C3 4V - anteprima 1
  • Vyrus 987 C3 4V - anteprima 2
  • Vyrus 987 C3 4V - anteprima 3
  • Vyrus 987 C3 4V - anteprima 4
  • Vyrus 987 C3 4V - anteprima 5

Della nuova generazione Vyrus ve ne parlammo già lo nuova generazione, quando con grande sorpresa il costruttore riminese tornò ad avvicinare la parola "sovralimentato" ad un motore motociclistico. Di quella moto, la Vyrus 987 C3 4V Supercharged da 211 CV, non è ancora del tutto pronto il primo esemplare, mentre se ci si volesse accontentare di una più semplice 987 C3 4V, spinta dal bicilindrico Ducati 1098R, vi sarà sufficiente contattare l'atelier emiliano chiedendo su quale conto versare i 66.000 euro necessari all'acquisto.

Certo, se la versione dotata di compressore volumetrico Volumex - battezzata Vyrus 987 C3 4V V - è quella che sognate, l'importo passerà da 66 a 78.000 euro, ma arrivati a certe cifre 12.000 euro non possono certamente fare la differenza: si tratta solo di aspettare qualche mese anche se, di fatto, già con una V in meno il rischio può essere quello di ritrovarsi presto soli nel corso di una sessione di prove libere.

I 185 CV erogati dal 1198,4 cc di Borgo Panigale (106 mm x 67.9 mm, alesaggio x corsa), infatti, sono quanto di più vicino alla WSBK possa offrire oggi Ducati tra i prodotti "di serie"...ed il fatto che questo potenziale venga abbinato alla proverbiale precisione del telaio a doppio Omega di derivazione "Tesi" rappresenta, senza ombra di dubbio, una combinazione esplosiva.

Progressivamente affinata nella costruzione del telaio, in alluminio ricavato dal pieno, nella fattura dei forcelloni e nell'efficacia dell'Hub Center Steering racchiuso nella ruota anteriore, una Vyrus spinta dal 1098R pesa appena 155 kg: valori nettamente superiori a quelli delle più moderne SBK replica, che però possono essere gestiti anche da piloti "meno esperti" grazie al massiccio intervento dell'elettronica, che nel suo massimo livello di intervento è in grado di rendere praticamente "innocuo" il V2 della 1098R.

Tra le particolarità della nuova gamma di prodotti, l'esteso utilizzo del carbonio, la coppia di ammortizzatori Ohlins e le pinze anteriori Brembo racing monoblocco, abbinate a dischi flottanti da 320 mm.

Per ulteriori informazioni sulle Vyrus, vi suggeriamo di visitare il sito dell'azienda italiana all'indirizzo www.vyrus.it/.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top