Interviste

pubblicato il 18 gennaio 2010

Kawasaki Versys 2010: la parola a Sergio Vicarelli

Una "tuttofare" di carattere e sostanza

Kawasaki Versys 2010: la parola a Sergio Vicarelli
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Kawasaki Versys 2010 - anteprima 1
  • Kawasaki Versys 2010 - anteprima 2
  • Kawasaki Versys 2010 - anteprima 3
  • Kawasaki Versys 2010 - anteprima 4
  • Kawasaki Versys 2010 - anteprima 5
  • Kawasaki Versys 2010 - anteprima 6

Portoscuso (Sardegna) - La Kawasaki inaugura il nuovo anno nel migliore dei modi grazie al debutto della sua Versys 2010, un modello importantissimo per il Costruttore giapponese che ora andrà a completare una famiglia formata da ER-6n e ER-6f.

Se fosse un auto sarebbe di certo un crossover; ruote da 17 pollici, cupolino protettivo, manubrio alto, potenza e mole che non intimoriscono. Sono questi gli ingredienti che piacciono oggi ad un numero sempre più ampio di motociclisti "trasversali", caratteristiche ben note a Kawasaki che nella sua bicilindrica da 64 cavalli punta forte. Ad illustrarci in poche battute le peculiarità di questo modello aggiornato ci ha pensato Sergio Vicarelli, Direttore Generale di Kawasaki Italia, consapevole che il nostro Paese sia uno dei banchi di prova più importanti al mondo per le due ruote.

PERCHE’ SCEGLIERE VERSYS
"Un nome, un programma. Il naming "Versys" richiama subito una delle maggiori doti della moto : la versatilità. Sin dal primo lancio nel 2006, l’obiettivo della Casa era quello di offrire un prodotto multi-purpose, divertente sia in ambito urbano che extraurbano e le oltre 10.000 unità vendute in Italia sono chiaro segnale dell’ottimo gradimento raggiunto.

UNA SCELTA DI CUORE E SOSTANZA
"Chi sceglie Versys? Chi utilizza la moto tutti i giorni, magari in città, ma che nel week-end non disdegna il piacere delle strade di montagna, da soli o in coppia oppure, più in generale, chi ha davvero bisogno di un mezzo "totale", agile, ma dalla buona capacità di carico e, non ultimo, dal prezzo molto invitante. Salito in sella, il cliente tipo della Versys ne rimane affascinato per il grande equilibrio, per una potenza sincera che emoziona anche il motociclista navigato, ma che di certo non intimorisce il meno esperto, come può accadere con moto di cilindrata superiore."

QUALI NOVITA’ PER IL MY 2010
"Il design in primis. Alcuni dettagli che in passato erano stati criticati – come il look del fanale anteriore – hanno ricevuto tutte le attenzioni del caso. E’ aumentata la proiettività del cupolino e, grazie ad alcune modifiche alle pedane, anche le vibrazioni sono meno avvertibili. Lo scarico poi si presenta con un nuovo stile e le sospensioni hanno una taratura ottimizzata."

CON ABS O SENZA
"In Italia non è stato facile in passato e l’ABS per le moto era spesso visto come un ostacolo al divertimento. Ora anche qui, molto in ritardo rispetto al resto d’Europa, si sta iniziando a capire quanto questo sistema contribuisca ad aumentare il piacere di guida a tutto beneficio della sicurezza. Per il 2010 siamo fiduciosi e consigliamo a tutti coloro che abbiano ancora qualche dubbio di provare uno dei nostri modelli equipaggiati con ABS."

I NUMERI DELLA VERSYS
"Anche per il 2010 il listino si mantiene interessante. I prezzi partono da 7.290 euro e arrivano ai 7.790 della versione con ABS. Per quest’anno i colori saranno solo due: nero (come in passato) e il nuovo giallo."

Kawasaki Versys my 2010 - official video

Kawasaki Versys my 2010 - official video

Autore: Redazione

Tag: Interviste


Top