Sport

pubblicato il 7 gennaio 2010

Dakar 2010: Lopez su Aprilia vince la 5^ tappa

Il cileno su RXV 4.5 ora 2° in classifica generale

Dakar 2010: Lopez su Aprilia vince la 5^ tappa
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia RXV 4.5 - Dakar 2010 - 2^ tappa - anteprima 1
  • Aprilia RXV 4.5 - Dakar 2010 - 2^ tappa - anteprima 2
  • Aprilia RXV 4.5 - Dakar 2010 - 2^ tappa - anteprima 3
  • Aprilia RXV 4.5 - Dakar 2010 - 2^ tappa - anteprima 4
  • Aprilia RXV 4.5 - Dakar 2010 - 2^ tappa - anteprima 5
  • Aprilia RXV 4.5 - Dakar 2010 - 2^ tappa - anteprima 6

Dopo i problemi con la benzina dei primi giorni, la prima vittoria di Aprilia alla Dakar è finalmente arrivata: Francisco "Chaleco" Lopez nella quinta tappa di questa trentaduesima Dakar, da Copiapo ad Antofagasta, è stato l’eroe della giornata. Nel terribile deserto di Atacama, ha fatto volare la sua Aprilia RXV 4.5 per tutti i 483 chilometri della prova speciale, un test durissimo caratterizzato da una parte molto veloce e da molte pietre.

Lopez ha prima raggiunto Casteu su Sherco attorno al chilometro 150, poi ha messo nel mirino i due battistrada Coma e Despres. Il primo si è dovuto fermare per aver sbriciolato la mousse posteriore, così Lopez ha attaccato ancora di più uscendo dalla prova poco dopo Despres. Partendo due minuti dietro al francese, si è così aggiudicato la tappa con un vantaggio di 1’30’’ sul leader della classifica e di ben 13’13’’ sul terzo classificato, il francese Fretigne. Con la grande gara odiera Lopez ha fatto un enorme passo avanti in classifica generale ed ora è secondo alle spalle del solo Despres.

Anche Paolo Ceci, che ha sofferto all’inizio della speciale per la scarsa visibilità dovuta alla nebbia e alla polvere, è arrivato sul traguardo di Antofagasta con una gara regolare: il modenese è un esempio di costanza e con il sedicesimo posto di tappa mantiene senza problemi l’undicesima posizione in classifica generale, vedendo nel proprio mirino la top ten, dalla quale lo separano solo pochi secondi. Alex Zanotti ha concluso oggi al 28 posto e in classifica generale è risalito fino alla trentacinquesima posizione.

Il Team Giofil Aprilia Racing ha purtroppo perso il prezioso contributo di Gerard Farres. Sulla sua moto ieri sera è stato riscontrato un problema tecnico non risolvibile sul campo, per cui il team ha preferito non farlo rischiare ulteriormente nella lunga e difficile tappa odierna. Il forte e motivato spagnolo, impeccabile spalla di Chaleco in queste prime tappe, era chiaramente abbattuto per aver dovuto abbandonare la Dakar, ma ha subito rivolto il pensiero alle prossime gare del Mondiale Cross Country dove avrà modo di essere protagonista.

Francisco Lopez: "E’ stata una speciale molto dura e lunga, velocissima nella prima parte e successivamente sconnessa. Dopo 130 chilometri ho raggiunto Casteu, l’ho superato e gli sono andato via. Quindi ho puntato a raggiungere Coma e Despres e quando ho visto lo spagnolo fermo per un problema con la mousse ho attaccato ancora di più fino a vedere Despres nel mirino. Vincere qui nel mio paese è una cosa fantastica, farlo con l’Aprilia al debutto ancora di più."

Filippo Assirelli (Team manager): "Finalmente, ci voleva proprio. Dopo tutto il lavoro e i problemi di questi mesi e di queste prime tappe la felicità è immensa. Chaleco è un grande pilota, incredibilmente veloce e qua in Cile è una cosa fantastica vedere il supporto che ha dalla popolazione. Però dobbiamo restare con i piedi per terra. Siamo qui prima di tutto per fare esperienza e la Dakar è ancora lunga."

Oggi sesta tappa, da Antofagasta a Iquique, quasi 600 km di cui 418 di prova speciale.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top