EICMA 2014

Sport

pubblicato il 5 gennaio 2010

Dakar 2010: L'Aprilia sarebbe prima se...

La RXV 4.5 di Lopez... beve troppo!

Dakar 2010: L'Aprilia sarebbe prima se...

Dopo una giornata tutta all’attacco, nella difficilissima speciale che ha portato al bivacco di Fiambala, Lopez vede i suoi sforzi vanificati per aver finito anche stavolta la benzina a pochi chilometri dall’arrivo. Al termine è quinto, mentre Ceci conclude quattordicesimo.

Doveva essere la sua giornata, ma ancora una volta l’eccesivo consumo della moto gli ha impedito di agguantare una posizione di alta classifica. All'inizio della terza tappa Chaleco Lopez era partito determinato, attaccando come è nel suo stile e al controllo del chilometro 160 è passato in 6^ posizione dopo essere partito 25°. Negli ultimi chilometri della speciale è però rimasto un'altra volta senza benzina ed ha perso più di venti minuti prima di riuscire a ripartire. Un tempo lunghissimo, senza il quale avrebbe vinto la tappa, invece si è dovuto accontentare della quinta posizione a diciassette minuti dal vincitore Despres.

Nonostante non fosse lunghissima, 184 chilometri, la speciale della terza tappa è stata un vero inferno, con i primi quaranta chilometri dominati dalla cosiddetta “herbe a chameaux” che costringeva a guidare a velocità ridotta. Poi è stata la volta delle dune bianche di Fiambala, altro passaggio che ha richesto a uomini e mezzi un ulteriore sforzo. Infatti la gara ha perso alcuni dei protagonisti, come Fretigne, vincitore della seconda tappa, che ha avuto problemi di motore, o Viladoms, caduto nella parte iniziale della speciale e riportato al bivacco in elicottero.

Naturale che il morale di Lopez sia a terra, stavolta ha davvero perso la grande occasione di riportarsi nella zona “calda” della classifica, anche se è comunque risalito fino al 7° posto assoluto, staccato di 37 minuti dal nuovo leader Despres. Considerato che in due tappe ha perso circa quaranta minuti non è difficile comprendere il suo rammarico.

Ottima gara anche per Paolo Ceci: arrivato stanchissimo al finish, il modenese non ha avuto grossi problemi nella tappa, se non un paio di innocue scivolate. Ha concluso al 14° posto, mentre in generale è risalito all’11° posto. Problemi di benzina anche per Gerard Farres, rimasto anch’egli a secco. Alex Zanotti ha concluso la tappa al 51 posto.

Francisco Lopez: “Oggi era la grande occasione, mi sentivo molto bene e ho attaccato a fondo. Nella prima parte molto tecnica ho subito superato tanti piloti ed ormai ero convinto di farcela a vincere la tappa, ma sono rimasto nuovamente senza benzina. E’ triste, dopo tanti sforzi, concludere la tappa così. Comunque la Dakar è ancora lunga e visto quello che è successo oggi a molti piloti le incognite sono molte. Speriamo di risolvere questa sera i problemi di consumo. Ora sarei molto vicino a Despres.”

Paolo Ceci: “Non credo di aver mai fatto nella mia vita una tappa più dura, c’era di tutto. Il primo tratto di quaranta chilometri era infernale e anche le dune bianche sono state difficili. Comunque sono contento, la moto si comporta bene e io sto entrando sempre più nella gara.”

A breve il report sulla quarta tappa, da Fiambala a Copiaco, di 629 km di cui 203 di speciale.

Autore: Redazione

Tag: Sport

Nuovo commento 1 Commenti

1

Si ma cavolo!

l'agricolo

Pubblicato il 05/01/2010 alle 22:29

Che mettano un serbatoio più grosso! Capisco finisse la benzina a metà strada, ma alla fine è questione di relativamente pochi litri! La prima volta non gli è bastata? Non si può perdere una Dakar in questo modo, quando si hanno a disposizione una moto ed un pilota al top.

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top