Novità

pubblicato il 18 dicembre 2009

Sym Cevalo 125

Linea "già vista" ma se low cost si chiude un occhio

Sym Cevalo 125
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Sym Cevalo - anteprima 1
  • Sym Cevalo - anteprima 2
  • Sym Cevalo - anteprima 3
  • Sym Cevalo - anteprima 4
  • Sym Cevalo - anteprima 5
  • Sym Cevalo - anteprima 6

La linea porta con sé il sapore delle cose "già viste" anche se della nuova Sym Cevalo 125 non si può certamente dire che non sia interessante: anzi, visto e considerato che con tutta probabilità avrà un prezzo di listino inferiore a quello della Honda CBF125 (in vendita a 2.300 euro), l'ultimo prodotto del brand taiwanese della Sanyang Industry Co. Ltd. potrebbe anche dare filo da torcere nel segmento delle 125 low cost.

Sì perchè il segmento delle moto 125 a quattro tempi sembra essere in grande fermento e Sym, dopo essersi imposta con gli scooter, sembra voler fare sul serio anche tra le moto.

Per fare questo ha messo a punto un propulsore di nuova generazione, che basa la sua forza su concetti estremamente semplici: 125, quattro tempi, il motore orientale vanta una testata a quattro valvole e sistema di alimentazione ad iniezione elettronica. Per semplificare il tutto i tecnici Sym hanno scelto di non adottare il raffreddamento a liquido, considerandolo evidentemente superfluo per un motore nato per sviluppare una potenza massima di 15 CV.

Basata su cerchi da 17", gommati 110/70 e 140/60, la ciclistica della Cevalo fa affidamento su telaio e forcellone in acciaio, abbinati ad una forcella telescopica e ad un monoammortizzatore posteriore. L'impianto frenante adotta un disco singolo anteriore, con pinza a quattro pistoncini ed un "modesto" tamburo posteriore.

Interessante la strumentazione, di tipo misto digitale/analogico.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top