Sport

pubblicato il 25 novembre 2005

Aprilia e i giovani

201 iscritti al Junior GP Racing Dream

Aprilia e i giovani
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia e i giovani - anteprima 1
  • Aprilia e i giovani - anteprima 2

201 ragazzi, tutti nati tra il 1990 e il 1993, tutti in pista su moto aprilia RS 125 “Junior Gp”. Scatta sabato 26 e domenica 27 novembre l’operazione Junior GP - Racing Dream.  Sul circuito di Magione, in provincia di Perugia, si ritroveranno i 201 giovanissimi, e tra loro sette ragazze, che hanno risposto all’iniziativa lanciata dalla Federazione Motociclistica Italiana, da aprilia e dal settimanale Motosprint.

A Magione, durante il prossimo weekend, si svolgerà la prima selezione che dovrà portare a 50 il numero degli aspiranti piloti. A decidere per quali giovani il sogno andrà avanti, non saranno solo i tempi realizzati in pista: ragazze e ragazzi sosterranno anche una serie di colloqui durante i quali dovranno mettere in mostra qualità caratteriali, motivazioni e spirito di disciplina. Tutte doti richieste a chi si accinge ad affrontare un vero Campionato moto.

I 50 giovanissimi – ragazze e ragazzi italiani di età dai 13 ai 16 anni – che usciranno dalla “due giorni” in Umbria, parteciperanno a uno stage con gli istruttori federali della FMI, prima di intraprendere la selezione finale, quella che designerà i 30 finalisti ammessi a partecipare alla Coppa Junior GP.
In cinque prove su altrettante piste italiane i trenta finalisti si giocheranno il titolo e, con esso, la possibilità di salire nella prossima stagione su una vera moto aprilia 125 da Gran Premio e gareggiare nel Campionato Italiano di Velocità.
Il progetto Junior GP - Racing Dream è nato dalla collaborazione tra Aprilia, Federazione Motociclistica Italiana e il settimanale Motosprint, con l’obiettivo di creare un vero e proprio vivaio selezionando i giovani più promettenti e facilitandone l’ingresso nel Campionato del Mondo Velocità, per mantenere viva la tradizione vincente italiana, e continuare ad avere i piloti tricolori sul gradino più alto del podio nel Motomondiale.

“Siamo particolarmente lieti di avere finalmente potuto concretizzare un progetto che ci stava molto a cuore, e alla cui realizzazione abbiamo lavorato a lungo” aggiunge Paolo Sesti, presidente della Federazione Motociclistica Italiana. “Il lavoro sui piloti più giovani è assolutamente fondamentale per alimentare e rafforzare la tradizione che vede da sempre gli italiani sui podi più prestigiosi in tutto il mondo. Sono certo che anche questo impegno della FMI avrà un giusto riconoscimento nei fatti”.

“Da sempre aprilia è protagonista nel mondo delle competizioni, e si è ritagliata un ruolo unico di scuola di grandi campioni” afferma Leo Francesco Mercanti, direttore del Brand Aprilia. “Tutti i migliori piloti italiani, oggi protagonisti in Moto GP, sono nati e cresciuti sulle moto di Noale, e su quelle moto si sono laureati campioni del mondo. Siamo orgogliosi di essere protagonisti di una iniziativa pensata per offrire ai giovani appassionati una chance per tentare con noi la strada del successo nel fantastico mondo delle competizioni”.

Bastano poche cifre per evidenziare l’impegno e il successo di aprilia nel Motomondiale: 23 Campionati mondiali (Piloti e Costruttori) vinti nelle classi 250 e 125; 163 vittorie nei Gran Premi; 472 podi conquistati sui circuiti di tutto il mondo.  

Autore: Redazione

Tag: Sport , pista , varie


Top