Sport

pubblicato il 16 dicembre 2009

Michele Pirro con Honda Ten Kate in SS

Il pilota pugliese punta al mondiale ma non dimentica il CIV

Michele Pirro con Honda Ten Kate in SS

Nonostante la vittoria di Cal Crutchlow e della Yamaha R6 nel 2009, la Honda CBR600RR preparata dal team Ten Kate continua ad essere una delle migliori supersport del Mondiale. L’anno prossimo sarà la moto di Michele Pirro, 12esimo lo scorso anno con la Yamaha R6 del Team Lorenzini, e così il 2010 per il pilota pugliese potrebbe essere l’occasione per lottare costantemente nelle posizioni che contano e tentare l’assalto all’iride.

I test svolti a Valencia con il Team Hannspree Honda Ten Kate si sono da poco conclusi e per Michele Pirro è già tempo di fare qualche considerazione: "Con i tecnici olandesi mi trovo bene, da quanto ho potuto capire in queste prime settimane, la differenza con gli altri team del mondiale non sta tutta in un particolare aspetto del loro lavoro ma nell’insieme di tanti piccoli fattori vincenti. L’inglese? Pochi mesi fa il mio livello era buono solo per un saluto in aeroporto ma dopo un corso intensivo di due settimane sono migliorato notevolmente, me l’hanno detto anche i tecnici del team. Continuerò a studiarlo anche durante la stagione, per farmi capire sempre di più".

Per ora non si parla di un suo eventuale trasferimento in Olanda, vicino al reparto corse del teami Ten Kate. "Loro sono molto attenti al rapporto con i piloti – continua Michele Pirro - e giustamente vogliono avere con noi un contatto diretto ma per ora sono in programma solo delle riunioni da fare insieme durante l’anno. A casa mi alleno duramente, seguo le lezioni di inglese e faccio tutto quello che deve fare un professionista. Vedremo cosa succederà nel corso della stagione."

Pirro negli ultimi tre anni del CIV è stato uno dei protagonisti assoluti, vincendo due titoli della Stock 1000 e uno della Supersport ma nel 2010 non sarà stabilmente al via del tricolore, dato che la sua squadra si concentrerà sul mondiale: "Mi dispiace non riuscire a partecipare al CIV in pianta stabile – prosegue Pirro – mi avrebbe fatto piacere difendere il titolo italiano in sella alla Honda. Questo campionato è stata una bella palestra per me e posso dire senza ombra di dubbio che al mio arrivo nel Team Hannspree Honda Ten Kate hanno contribuito anche le tre vittorie del CIV".

Per questo motivo Pirro desidera prendere il via almeno il 2 maggio a Monza e il 19 settembre a Imola, due tappe dell’italiano che precederanno di una settimana le gare del mondiale Supersport. "Con i responsabili della squadra valuteremo a breve se correre i due round tricolori in vista delle gare mondiali – ha dichiarato il talento italiano –. Sarebbe importante, perché vorrei tornare a vincere nel CIV e perché avrei la possibilità di lavorare sulla messa a punto della moto prima dell’appuntamento iridato".

Chissà cosa ne pensa il suo compagno di squadra Kenan Sofuoglu, uno dei mattatori del mondiale…

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top