Attualità e Mercato

pubblicato il 14 dicembre 2009

BMW S1000RR: tranquilli in pista con la RR Card

Una polizza nata per coprire i danni in caso di caduta tra i cordoli

BMW S1000RR: tranquilli in pista con la RR Card
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW S1000RR - TEST - anteprima 1
  • BMW S1000RR - TEST - anteprima 2
  • BMW S1000RR - TEST - anteprima 3
  • BMW S1000RR - TEST - anteprima 4
  • BMW S1000RR - TEST - anteprima 5
  • BMW S1000RR - TEST - anteprima 6

Nel corso del nostro test di Portimao, abbiamo capito almeno tre cose della nuova BMW S1000RR: che è maledettamente veloce, divertente da guidare ma soprattutto sicura. Un elemento, quest'ultimo, in apparente contrapposizione con il suo ego da 193 CV, ma che alla resa dei conti, in una pista impegnativa come il Circuito dell'Algarve, è stata totalmente verificata: in più di sette giorni di test, contrariamente a quanto spesso accade negli eventi riservati alla stampa, nessun collega ha "baciato" l'asfalto.

Certo, un elemento non è una prova ed, a dire il vero, tutte le moto in prova erano dotate dell'eccezionale sistema DTC-ABS: ma "la sfiga" esiste e le cadute, magari provocate da errori altrui, sono un elemento da prendere sempre in considerazione quando ci si mette in gioco in un track-day. Esistendo, dunque, la possibilità di danneggiare seriamente la propria S1000RR nel contesto che più le si addice, la pista, BMW Motorrad ha scelto di proporre a tutti i clienti la possibilità di sottoscrivere una specifica polizza assicurativa, che copre i danni in caso di cadute tra i cordoli.

La RR Card, questo il nome del prodotto, è sottoscrivibile con un premio di 500 Euro e vale per l’uso amatoriale della moto in pista nei 365 giorni successivi alla stipula. L’assicurazione copre i danni accidentali durante l’attività in pista (con l’esclusione delle competizioni), anche in seguito a collisioni con altri motocicli o danni fisici al conducente.

In caso di danni alla moto è previsto un massimale annuo di 15.000 Euro. In caso di danno parziale il rimborso verrà riconosciuto applicando uno scoperto del 20% con un minimo di 500 Euro per ogni sinistro, a patto che la riparazione venga effettuata in un Service BMW Motorrad. Ed anche in caso di danno totale il cliente verrà risarcito fino ad un massimo di 15.000 Euro. Se l’assicurato ha già subito sinistri e ricevuto relativo indennizzo, verrà riconosciuta la differenza residua rispetto al massimale annuo assicurato. In caso di danno totale non verrà applicata alcuna franchigia. In caso d'infortunio al conducente il massimale è di 30 mila euro con franchigia fissa del 10% per invalidità permanente e senza alcuna franchigia o scoperto in caso di decesso.

Acquistando la S 1000 RR, usufruendo di un finanziamento BMW Financial Service entro il 28 febbraio 2010, la RR Card sarà compresa nella proposta finanziaria. Ogni RR Card sarà accompagnata da un Welcome Kit comprendente una lettera di benvenuto con Card fustellata, un laccetto portachiavi (laynard) personalizzato S1000RR, una chiavetta USB dedicata con contenuti multimediali, un kit adesivi ed il catalogo WOB 2010. La RR Card potrà essere ritirata presso la concessionaria al momento della consegna della moto oppure inviata direttamente a casa del cliente nei giorni successivi.

Un'idea molto intelligente, che dimostra ancora una volta l'attenzione di BMW nei confronti di un segmento, quello delle supersportive, sino ad oggi affrontato solo marginalmente con la HP2 Sport.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato


Top