Sport

pubblicato il 9 dicembre 2009

WSBK 2010, Valencia, December Test Day/1

Haslam domina. Bene Biaggi e Toseland da rivedere Camier e Guintoli

WSBK 2010, Valencia, December Test Day/1

Il freddo e la solita "ufficiosità" dei tempi, al quale si abbinano come al solito le dichiarazioni dei piloti in stile "non stiamo girando per fare il tempo", non aiutano certamente a capire tutto quello che i tecnici dei vari team stanno percependo dalle telemetrie delle moto 2010. Il fatto è che nella prima giornata di test i tempi sono rimasti ben oltre il secondo dal record di Ben Spies su questa pista e tirare le somme, oggi come oggi, appare davvero impossibile.

Alcuni confronti, però, possono comunque essere fatti o quantomeno ipotizzati: se è vero che tra squadre e moto diverse, infatti, tutto può essere tirato in ballo per giustificare ritardi più o meno evidenti, è anche vero che nessun pilota ha piacere di finire dietro al proprio compagno di squadra...in particolar modo se ti chiami Toseland, vieni dalla MotoGP ed hai un compagno di squadra - Crutchlow - che ha più volte dichiarato di essere pronto a raccogliere l'eredità di Ben Spies.

Detto e fatto, il pianista è riuscito non solo a chiudere in terza posizione, ad appena 3 decimi dalla "pole" virtuale della Suzuki di Haslam, ma anche nella prima piccola grande impresa di mettersi dietro il compagno di team, attardato di 3 decimi. Tutt'altra musica, decisamente, rispetto ai distacchi abissali che hanno caratterizzato test e corse del duo Spies ed Sykes lo scorso anno, ma nonostante i crono siano più vicini l'uno all'altro crediamo che James voglia a tutti i costi uscire da questi test con un virtuale ruolo di pilota da battere nel team che ha sede a Gerno di Lesmo.

Stessa musica, anche se in questo caso non c'è bisogno di sfide interne per capire chi sia il pilota da battere, anche in Casa Aprilia: Biaggi, secondo, non ha sudato poi molto per mettersi dietro Camier, che non appare ancora aggressivo e veloce come ci si aspetterebbe da un Campione BSB in sella ad una delle moto più performanti del Mondiale.

Da "rivedere" anche il divario tra i piloti Suzuki: Battà, la sua pazienza, sembrerebbe averla già esaurita lo scorso anno (con Kagayama in particolare) e se fossimo nei panni di Guintoli cercheremmo di fare di tutto per avvicinare i tempi a quelli del compagno di squadra. Stagioni disastrose come le tre disputate dall'ex-nipponico non saranno più accettate.

Unica Honda in pista quella di Neukirchner: per lui un tempo in linea a quello di Camier, ma per lui più di altri vale la regola del non sapere come e cosa stia provando. Speriamo domani riesca ad alzare un po' la testa perchè Sofuglu con la CBR600RR SS ha girato appena 1 secondo più lento di lui.

Tra gli 8 piloti scesi in pista oggi è mancato Smrz, il quale avrebbe dovuto provare l'Aprilia che probabilmente guiderà il prossimo anno per conto del Team Guandalini - Borciani: alcune problematiche - probabilmente di tipo finanziario - devono aver fermato pilota e moto ai box.

WSBK 2010, Valencia, Test Day/1 - 09/12/2009
1. L. Haslam (Suzuki Alstare) 1.34.5;
2. M. Biaggi (Aprilia Racing) 1.34.7;
3. J. Toseland (Yamaha World Superbike) 1.34.8;
4. J. Rea (Hannspree Ten Kate Honda) 1.34.9;
5. C. Crutchlow (Yamaha World Superbike) 1.35.1;
6. L. Camier (Aprilia Racing) 1.35.8;
7. M. Neukirchner (Hannspree Ten Kate Honda) 1.35.8;
8. S. Guintoli (Suzuki Alstare) 1.36.1.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top