Special e Elaborazioni

pubblicato il 2 dicembre 2009

StormBringer Asphaltfighters: 280 CV posson bastare?

Una Ninja "bombardata" a 57.500 euro...

StormBringer Asphaltfighters: 280 CV posson bastare?
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • StormBringer Asphaltfighters - anteprima 1
  • StormBringer Asphaltfighters - anteprima 2
  • StormBringer Asphaltfighters - anteprima 3
  • StormBringer Asphaltfighters - anteprima 4
  • StormBringer Asphaltfighters - anteprima 5
  • StormBringer Asphaltfighters - anteprima 6

Se siete alla ricerca di una Kawasaki ZX-10R "bombardata" per filo e per segno, la nuova StormBringer Asphaltfighters potrebbe fare al caso vostro. Certo, i 57.500 euro (tuta compresa, intendiamoci...) richiesti dalla "Warm Up" non fanno dormire sonni tranquilli, ma la soddisfazione di girare con una SBK replica da 280 CV per qualcuno potrebbe anche non avere prezzo.

Da 0 a 100 km/h in 2.9 secondi, 0-200 in 6.5 e 0-300 in appena 13.9...la nipponica che da poco ha perso lo scettro di 1000 più potente del mercato (188 CV contro i 193 della BMW S1000RR) si riprende "velocemente" il posto che le compete, seppur cambiando identità, riducendo notevolmente i volumi produttivi e lievitando nel prezzo: non crediate, però, di poter andare in giro sempre e comunque in modalità full power.

I CV dichiarati dal tuner tedesco, infatti, sono frutto di un "inspiegato" boost (protossido?), che lavora comunque sulla base di una preparazione coi fiocchi: grazie ai nuovi sono i pistoni forgiati ad alta compressione, alla testata ridisegnata, all'impianto di scarico Akrapovic e naturalmente alle inedite mappature elettroniche, il quattro in linea della Ninja eroga in modalità "standard" la bellezza di 220 CV a 13.700 giri.

Un valore "importante", per il quale i tecnici della Warm Up hanno voluto mettere mano anche alla ciclistica: nuovi sono i cuscinetti ad "alta precisione" sul cannotto di sterzo e sul perno del forcellone, i cerchi forgiati OZ, i dischi freno Spiegler multisegmento, mentre per quanto concerne il reparto sospensioni e pinze non è stato rivoluzionato nulla, se non nella taratura per quanto riguarda la forcella ed il tipo di pastiglia per la coppia di "quattro pistoncini" anteriore. Molto interessante il peso dichiarato, dato che la scheda tecnica parla di 195 kg con il pieno di carburante.

Tra le chicche il controllo della trazione, il launch-control, lo schermo head-up display pensato per proiettare alcune informazioni "vitali" sul cupolino ed uno schermo LCD che proietta le immagini di una videocamera posteriore a mo' di specchietto.

Le novità sotto il profilo stilistico sono frutto del rinnovato pacchetto tecnico, come nel caso dello scarico o dei cerchi, ma anche dell'adozione di una inedita carenatura dotata di monofaro in onore alle SBK del mondiale endurance.

Autore: Redazione

Tag: Special e Elaborazioni


Top