Attualità e Mercato

pubblicato il 30 novembre 2009

Piaggio MP3 250/400 LT: successo francese

Il tre ruote italiano amatissimo dai cugini transalpini

Piaggio MP3 250/400 LT: successo francese
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Perchè l\'MP3 si guida con la B? - anteprima 1
  • Perchè l\'MP3 si guida con la B? - anteprima 2
  • Perchè l\'MP3 si guida con la B? - anteprima 3
  • Perchè l\'MP3 si guida con la B? - anteprima 4
  • Perchè l\'MP3 si guida con la B? - anteprima 5
  • Perchè l\'MP3 si guida con la B? - anteprima 6

In nove mesi, da gennaio a settembre 2009, il Piaggio MP3 LT è stato venduto in Francia in quasi 11.500 esemplari, per la precisione 9.179 pezzi del 400 cc e 2.285 in versione 250 cc.

Un successo incredibile e, per certi versi, inaspettato. Ma cosa vuol dire "LT"? E' la sigla con cui il Costruttore di Pontedera indica la versione del suo tre ruote con carreggiata anteriore allargata a 465 mm (rispetto ai 420 mm del modello RST), caratteristica che lo fa rientrare nella categoria dei 'tricicli' e che quindi ne permette la conduzione anche con la sola patente automobilistica B, laddove per il modello RST occorre invece la A.

Tecnicamente le due versioni, LT ed RST, sono del tutto simili, fatto salvo appunto per la carreggiata anteriore, per la presenza del freno posteriore a pedale (ma rimane anche la leva sinistra al manubrio) e per gli indicatori di direzione applicati alla carrozzeria anziché integrati nella linea dello scooter. Motore e ciclistica sono uguali, quindi rispettivamente 244,3 e 398,9 cc per 22,5 e 34 CV e sistema anteriore di sospensione/sterzata a quadrilatero, con blocco elettronico per non posare i piedi a terra nemmeno durante le fermate.

Ma perché un così grande successo di vendita in Francia se da noi l'MP3, da gennaio a ottobre 2009, ha fatto registrare appena 1.124 immatricolazioni nelle due cilindrate? Evidentemente i cugini transalpini hanno "recepito" meglio di noi lo stratagemma della normativa relativa ai tricicli, valida a livello europeo. E come dargli torto? Conseguire la patente A per la moto non è uno scherzo e senza si ha accesso ai soli 125 cc., così la possibilità di guidare un mezzo veloce, protettivo e sicuro come l'MP3 250/400 con la sola patente B rappresenta un importante stimolo all'acquisto, che lo fa preferire ai pur validissimi concorrenti a due ruote da 400 cc come Honda SW-T,. Yamaha Majesty, Suzuki Burgman ecc. .

In un fenomeno del genere non ci sarebbe niente di strano perché è risaputo che i diversi mercati europei presentino grosse differenze nei gusti e nelle scelte del pubblico; tuttavia vedere il Piaggio MP3 400LT in testa alla classifica di vendita francese, quando in Italia i primi tre posti sono occupati dai tre modelli (125, 150 e 300 cc) dell'Honda SH con 43.880 esemplari immatricolati (in 10 mesi), dà diversi spunti su cui riflettere, tanto più che Oltralpe il primo Honda SH in classifica è il 125 cc, al 77esimo posto con appena 538 immatricolazioni (periodo gennaio-settembre 2009).

Un'altra stranezza? Riguarda il maxiscooter per eccellenza, lo Yamaha T-Max. Stesso periodo, primi nove mesi del 2009: ebbene, piace molto anche ai cugini con la "erre moscia" (per la precisione, la caratteristica fonetica si chiama rotacismo) che ne hanno acquistato 3.734 esemplari, in prevalenza con ABS, ma che rappresentano circa 1/3 delle vendite che il 500 cc Yamaha ha fatto registrare in Italia, dove ne sono stati targati ben 10.706!

Potremmo andare avanti ancora con diversi esempi, come il Kymco Agility 125/150, amatissimo in Italia (quasi 21.000 pezzi) e "lost in action" in Francia, dove il primo Kymco in classifica è il Dink 125 al 29esimo posto con poco più di 1.300 esemplari, ma rischieremmo di ripetere una serie infinita di dati che non farebbero che distogliere l'attenzione dal "fenomeno MP3": progettato e costruito in Italia, amatissimo in Francia.

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Attualità e Mercato


Top