Interviste

pubblicato il 20 novembre 2009

Vis à vis con David James sulla Hypermotard EVO

Siamo volati a Mores per scoprire la nuova motardona Ducati

Vis à vis con David James sulla Hypermotard EVO
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Hypermotard 1100 Evo ed Evo SP - anteprima 1
  • Ducati Hypermotard 1100 Evo ed Evo SP - anteprima 2
  • Ducati Hypermotard 1100 Evo ed Evo SP - anteprima 3
  • Ducati Hypermotard 1100 Evo ed Evo SP - anteprima 4
  • Ducati Hypermotard 1100 Evo ed Evo SP - anteprima 5
  • Ducati Hypermotard 1100 Evo ed Evo SP - anteprima 6

Mores - Dopo la presentazione di EICMA 2009, per le nuove Ducati Hypermotard 1100 EVO ed SP è venuto il momento del lancio internazionale, che avviene quasi scaramanticamente sulla pista sarda di Mores che l'ha vista debuttare due anni fa. Abbiamo parlato del nuovo prodotto con Francesco Rapisarda, Responsabile della Comunicazione Ducati, con Daivd James, Project Manager Hypermotard e Vittoriano Guareschi...che nonostante il suo nuovo ruolo di Team Manager Ducati Corse ha deliberato l'assetto definitivo della nuova generazione Hypermotard.

TUTTA NUOVA
"Sono passati davvero pochi giorni - afferma Francesco Rapisarda - dal momento in cui abbiamo svelato nuova Ducati Hypermotard 1100 EVO ad EICMA. E' certamente una delle novità più importanti dell'anno per noi, subito dopo la Multistrada 1200 naturalmente, perchè nonostante le apparenze la nuova famiglia Hypermotard è molto cambiata nel giro di due anni e mezzo. Le sovrastrutture plastiche sono effettivamente identiche al passato, ma c'è un nuovo telaio, un nuovo motore una nuova posizione di guida. Insomma, una moto nuova, sviluppata secondo i feedback del mercato che abbiamo voluto ascoltare per rendere ancor più performante la nostra maxi motard.

ABBIAMO ASCOLTATO I CLIENTI
"Come già evidenziato da Francesco Rapisarda nel suo intervento - parla David James - vorrei anch'io sottolineare come la nuova generazione della Hypermotard non sia un semplice restyling ma qualcosa in più. Per arrivare a questo risultato, però, abbiamo voluto intraprendere una strada nuova in termini di ascolto della clientela, sondando da un lato le esigenze dei clienti SuperSport e dall'altro di chi voleva sì una moto sportiva ma anche idonea all'utilizzo quotidiano. Sono nate così le versioni "standard", che noi abbiamo definito EVO, e la versione SP per la clientela pistaiola.

"L'evoluzione del prodotto - aggiunge il manager Ducati - inoltre, non ha riguardato solamente quelli che una volta erano i modelli 1100 e 1100S: abbiamo voluto dare una risposta in chiave Hypermotard anche a chi è intimorito da moto con cilindrate a quattro cifre, realizzando una versione 796 estremamente performante in relazione alla sua "ridotta" cilindrata."

"Tra le novità salienti del nuovo motore che ora eroga 95 CV - conclude il Project Manager - c'è sicuramente l'abbandono della doppia candela e l'introduzione del basamento alleggerito, come già accaduto per i modelli raffreddati a liquido, e per gli "aria" di Monster 1100 e Hyper 796. Vorrei chiudere il mio intervento segnalandovi che la Hypermotard 1100 EVO SP sarà griffata con il nuovo logo Ducati Corse e sarà equipaggiata, in virtù dell'accordo di fornitura esclusiva tra Pirelli e Ducati, con le eccezionali Supercorsa SP. Una più stradale, ma pur sempre performante Diablo Rosso sarà invece il primo equipaggiamento della 1100 EVO."

Molto divertente il siparietto messo in scena da Francesco Rapisarda e Vittoriano Guareschi al termine della conferenza stampa: "Vitto è presente oggi non in veste di Team Manager Ducati MotoGP ma come collaudatore della Hypermotard. Nonostante la moto sia estremamente performante, la pista sia perfetta per questa moto e voi siate certamente in grado di portarla a girare su ottimi tempi, dunque, non faremo alcuna selezione di piloti per la prossima stagione MotoGP..."

Autore: Edoardo Licciardello

Tag: Interviste


Top