Novità

pubblicato il 19 novembre 2009

Derbi Rambla 300

Motore 278 cc. Piaggio anche per lo Sportcity spagnolo

Derbi Rambla 300
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Derbi Rambla 300 - anteprima 1
  • Derbi Rambla 300 - anteprima 2
  • Derbi Rambla 300 - anteprima 3
  • Derbi Rambla 300 - anteprima 4
  • Derbi Rambla 300 - anteprima 5
  • Derbi Rambla 300 - anteprima 6

A fianco della già vista versione da 125 cc, arriverà presto in concessionaria il nuovo Derbi Rambla 300. Spinto dall'unità monocilindrica Piaggio recentemente proposta anche su Scarabeo, Vespa e Aprilia Atlantic, il Rambla così "configurato" si rivolge ad un pubblico più adulto ed incline ad utilizzare lo scooter non solo per gli spostamente in città ma anche per qualche gita fuoriporta nel weekend.

4 tempi, 4 valvole, Euro3, il 278 cc di Pontedera si caratterizza per l'utilizzo dell'iniezione elettronica e di numerosi accorgimenti pensati per rendere il propulsore potente ma allo stesso tempo lineare nell'erogazione e parco nei consumi. Nonostante la potenza massima di tutto rispetto, 22.5 CV, i tecnici Derbi dichiarano per Rambla consumi estremamente contenuti, che permettono di innalzare notevolmente l'autonomia tra un rifornimento e l'altro rispetto alla stessa unità 250 Piaggio andata recentemente in phase-out.

Sviluppato partendo da un progetto di grande successo, l'Aprilia Sportcity, il Rambla condivide con lo scooter di Noale alcuni concetti stilistici "pre-restyling" ma soprattutto una cilistica che l'ha reso popolare per quanto concerne stabiltà e precisione di guida e sicurezza: merito del telaio tubolare in acciaio pensato per essere "svelto" nell curve, ma anche delle ruote da 15" o dell'impianto frenante di generose dimensioni, il quale prevede due dischi da 260 mm davanti ed uno da 220 mm al posteriore. Non manca nulla nemmeno in termini di forcella, grazie all'impiego di un'unità con steli da 35 mm, e di sospensione posteriore: sono due, infatti, gli ammortizzatori idraulici regolabili che sovraintendono l'oscillazione del gruppo motopropulsore, integrato nello schema tecnico con il compito di braccio della sospensione.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top