Novità

pubblicato il 13 novembre 2009

Peugeot Hybrid 3 Evolution

Dal Costruttore francese lo scooter ibrido a tre ruote

Peugeot Hybrid 3 Evolution
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Peugeot Hybrid 3 Evolution - Eicma 2009 - anteprima 1
  • Peugeot Hybrid 3 Evolution - Eicma 2009 - anteprima 2
  • Peugeot Hybrid 3 Evolution - Eicma 2009 - anteprima 3
  • Peugeot Hybrid 3 Evolution - Eicma 2009 - anteprima 4
  • Peugeot Hybrid 3 Evolution - Eicma 2009 - anteprima 5
  • Peugeot Hybrid 3 Evolution - Eicma 2009 - anteprima 6

Per ora è solo un concept ma l'Hybrid3 Evolution di Peugeot esiste anche in versione prototipo e il suo livello di messa a punto è abbastanza avanzato, tanto che già nel 2011 potrebbe essere presentato in versione definitiva destinata al mercato.

Pratico quasi come un due ruote e sicuro grazie alle tre ruote motrici, è un veicolo potente (49 CV), polivalente ed ecologico dato che emette solo 48 g/km di CO2 durante il ciclo normalizzato che si annullano modalità elettrica grazie alla tecnologia ibrida.

Grazie alla particolare forma e struttura si posiziona tra l'universo scooter e quello dell’automobile. L’HYbrid3 Evolution è una declinazione senza tettuccio del concept HYbrid3 compressor presentato al Salone di Parigi nel 2008, iscrivendosi così all’interno di una linea ideale capace di rispondere alle attese di diversi clienti potenziali.

In ognuna delle due ruote sterzanti e motrici anteriori è presente un motore elettrico mentre su quella motrice posteriore è montato un motore endotermico sovralimentato. La larghezza di 82 cm permette di inserirsi nella circolazione urbana con gli stessi ingombri di un due ruote. L’avantreno è concepito con articolazione a parallelogrammi deformabili (quindi con ruote inclinabili) e sospensione ad ammortizzatore trasversale. Tutta la struttura sterzante/ammortizzante dell'avantreno è posizionata molto vicino ai mozzi delle ruote e grazie anche al telaio tubolare ribassato il baricentro del veicolo risulta molto basso.

Il sistema frenante è integrale e con antibloccaggio (PBS + ABS) ed opera tramite tre dischi ventilati di grosso diametro coadiuvati dai motori elettrici anteriori che durante i rallentamenti recuperano energia per ricaricare le batterie. Un sistema non solo efficiente ma anche molto efficace in termini di spazi di arresto, ridotti del 30% circa rispetto a uno scooter a due ruote con frenata classica.

Sulla base di queste caratteristiche tecniche i designer Peugeot hanno ideato una linea aggressiva e all’avanguardia. La parte anteriore è caratterizzata dal gruppo ottico sdoppiato realizzato con due file inclinate di led luminosi e il parabrezza è piuttosto spiovente in modo da conferire un'immagine molto dinamica a tutto il veicolo. Le belle ruote a 5 razze hanno un aspetto automobilistico e l'articolazione anteriore è "carenata" con un elemento che si integra perfettamente con la linea completandola. Slanciato nella parte posteriore, grazie al "codone" alto e alle aggressive prese d'aria laterali, si caratterizza per la seduta piuttosto bassa sia del pilota sia del passeggero, che viaggiano così sullo stesso piano con vantaggi in termini di comfort per entrambi.

ll motore endotermico monocilindrico a benzina da 300 cc che agisce sulla ruota posteriore eroga una potenza paragonabile a quella di un 500 cc (41 CV), grazie alla sovralimentazione con compressore volumetrico, contribuendo alla riduzione delle emissioni inquinanti.
I due motori elettrici anteriori hanno una potenza di 3 kW l'uno, alimentati da una batteria agli ioni di litio e possono essere ricaricati da un sistema di recupero d’energia in fase di decelerazione e frenata. E tra la parte anteriore e posteriore del veicolo non c’è nessun collegamento meccanico poiché la propulsione è gestita in maniera completamente elettronica.

HYbrid3 Evolution può funzionare in tre modalità: solamente elettrico (in partenza, a bassa velocità e in decelerazione con un’autonomia di 10 km), solamente termico (a velocità costante); ibrido (termica ed elettrica insieme). In quest'ultima modalità è fornita forza motrice su tutte e tre le ruote ed essa si attiva quando le condizioni di aderenza lo richiedono o in fase di forte accelerazione. Queste caratteristiche generano prestazioni di accelerazione e ripresa equivalenti a quelle, ad esempio, del Peugeot Satelis da 500 cc.

Ma non è tutto. Sul Hybrid 3 Evolution è presente anche il sistema "Stop&Start" che spegne il motore endotermico quando non è richiesta propulsione, come ad esempio durante le fermate ai semafori e quando il veicolo funziona in modalità elettrica, con vantaggi in termini di consumi ed emissioni, soprattutto quando il traffico è particolarmente caotico. E proprio in termini di consumi il dato è particolarmente interessante: nel ciclo normalizzato l'HYbrid3 Evolution può arrivare a richiedere soli 2 l/100 km emettendo appena 48g/km di CO2.

Lo stand Peugeot Motocycles è presso il padiglione 6 ad Eicma 2009, Salone del motociclo di Milano.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top