Sport

pubblicato il 13 novembre 2009

MotoGP 2010: bene Simoncelli nei test di Valencia

Primi passi in MotoGP per il capellone della Honda.

MotoGP 2010: bene Simoncelli nei test di Valencia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2010, Marco Simoncelli, Team Gresini Racing - anteprima 1
  • MotoGP 2010, Marco Simoncelli, Team Gresini Racing - anteprima 2
  • MotoGP 2010, Marco Simoncelli, Team Gresini Racing - anteprima 3
  • MotoGP 2010, Marco Simoncelli, Team Gresini Racing - anteprima 4
  • MotoGP 2010, Marco Simoncelli, Team Gresini Racing - anteprima 5
  • MotoGP 2010, Marco Simoncelli, Team Gresini Racing - anteprima 6

E' di circa un secondo il distacco di Marco Simoncelli dal miglior tempo del compagno di squadra, Marco Melandri, poco meno di due dalla pole position virtuale di Casey Stoner e dal primo dei piloti Honda, Dani Pedrosa. Niente male, insomma, considerando che il capellone - 1° nel mondiale 250 2008 e 2° in quello 2009 - una MotoGP non l'aveva mai guidata in vita sua. Certo, l'approccio con una quattro cilindri a V l'aveva già avuto sulla pista di Imola, quando riuscì addirittura a conquistare il podio con un duro sorpasso sul compagno Max Biaggi, ma per quanto forte e ben fatta sia l'Aprilia RSV4 Factory SBK non può certamente essere paragonata per complessità alla Honda RC212V quasi del tutto identica a quella del team HRC.

Sì perchè a differenza di Marco Melandri, che utilizza ed utilizzerà la versione standard della V4 Honda, la moto guidata da SIC è quanto di più vicino ad una moto ufficiale possa disporre un team satellite (Factory Spec.), sia in termini di motore che di telaio. Inutile dire, insomma, che Simoncelli sia per Honda una grande (in tutti i sensi) scommessa per il futuro...che il prossimo anno, se dimostrerà di meritarselo, potrebbe anche rientrare nella rosa dei piloti del team interno. Di certo l'impegno e la professionalità ci sono: nei tre giorni di test Marco è riuscito a levare quasi un secondo al giorno, avvicinandosi sempre più al passo dei primi. Non è un debutto sorprendente, certamente, ma le premesse sono eccellenti e con le giuste motivazioni Simoncelli potrebbe essere nelle posizioni che contano già dopo la prima metà del campionato.

Marco Simoncelli (1'33"857) "Anche se oggi ero un pò cotto ci sto prendendo gusto, mi sono divertito e sono andato meglio di ieri ed anche il passo non era male certo non lo possiamo paragonare a quello dei primissimi però sono contento. La confidenza con la moto cresce sempre un pò di più anche se comunque non me la sento ancora benissimo, faccio fatica in frenata nella prima parte della curva e poi essendo in difficoltà non riesco ad essere veloce come vorrei in uscita però, secondo me, il vero problema resta la frenata. Tutto sommato devo dire che sono soddisfatto perchè i tempi li ho fatti da solo e li ho fatto di passo. Insomma sono contento di questi tre giorni ed ho apprezzato il metodo di lavoro, mi sono trovato particolarmente bene anche con i tecnici della Honda, con loro c'è un dialogo aperto sono molto disponibili dicono le loro impressioni ed ascoltono le tue. E' un bel modo di lavorare l'obiettivo di fare bene è comune e quindi tutti andiamo in questa direzione. Adesso che sono stati confermati i test per i "principianti MotoGP" resto in attesa di saper dove verranno effetuati. "

Fausto Gresini - Team Manager: "Mi sento decisamente euforico sono state tre giornate decisamente positive per noi che lasciano ben sperare per il futuro. Melandri è andato forte non ha cercato il tempo sul giro ma ha cercato, riuscendoci, di tenere con estrema serenità un bel passo trasmettendo ottimismo. Il suo metodo di lavoro lo conoscevamo ed ha confermato di essere sempre lo stesso pilota determinato e preciso. Mi ha anche impressionato positivamente Simoncelli, si è pogressivamente e costantemente migliorato interpretando al meglio il metodo di lavoro. Tra lui ed i tecnici si sono create perfette sinergie che hanno permesso di interpretare positivamente le sue indicazioni. La sua crescita è stata sistematica ed ha cominciato a divertirsi e ad avere maggior confidenza con la moto. Sono veramente contento ed a coronamento di tutto ciò ci sono state anche le positive indicazioni che arrivano dalla nostra Moto2 che ha portato in pista per noi Elias dimostratosi ancora una volta un gran professionista ed estremamente veloce facendo segnare il tempo decisamente interessante di 1'36"914. Il nostro progetto Moto2 sta dandoci le prime soddisfazioni e speriamo, a breve, di poterlo definire completamente."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top