Novità

pubblicato il 7 novembre 2009

Aprilia 750 Shiver 2010

Novità per l'estetica e l'ergonomia. Tecnica invariata

Aprilia 750 Shiver 2010
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia 750 Shiver 2010 - anteprima 1
  • Aprilia 750 Shiver 2010 - anteprima 2
  • Aprilia 750 Shiver 2010 - anteprima 3
  • Aprilia 750 Shiver 2010 - anteprima 4
  • Aprilia 750 Shiver 2010 - anteprima 5
  • Aprilia 750 Shiver 2010 - anteprima 6

Aprilia aggiorna la sua naked 750 evolvendola dal punto di vista della personalità, del piacere di guida e dell'ergonomia. Le prerogative tecniche, con tecnologia Ride by Wire multimappa, telaio misto acciaio-alluminio e ciclistica sportiva, rimangono invariate e continuano a contraddistinguere la Shiver 750 come una delle più dotate tecnologicamente del suo segmento.

Con il model year 2010 queste doti sono enfatizzate da un nuovo look più sportivo con cupolino a contorno del gruppo ottico e dischi freno a margherita. Al tempo stesso troviamo un’ergonomia completamente rivista con una sella più stretta di 5 cm e più bassa (800 mm) che migliora la gestione della moto sia in movimento che nelle manovre.

Sono nuove anche le pedane di pilota e passeggero, più leggere, anche nel design, e arretrate per conferire una posizione di guida più sportiva, anche in virtù dell'inclinazione del manubrio, rivista con l'obiettivo di una maggiore dinamicità di guida.

Le nuove grafiche pongono l'accento sugli elementi distintivi della linea e della meccanica, con il traliccio del telaio in evidenza grazie ai colori accesi e al contrasto con le parti scure delle sovrastrutture e del resto della ciclistica.

Il motore è il conosciuto e genoroso bicilindrico a V da 749,9 cc capace di 95 cv a 9.000 giri e 81 Nm a 7.000 giri, parco nei consumi e dotato di tripla "personalità" grazie alle tre mappe (Sport, Touring e Rain) selezionabili con un pratico tasto.

Il reparto sospensioni conferma la forcella rovesciata da 43 mm priva di regolazioni e il monoammortizzatore asimmetrico fissato al forcellone in alluminio con capriata di rinforzo.

Per quanto riguarda i freni l'unica novità sono i già citati dischi wave perché dimensione (320 mm) e pinze (radiali a 4 pistoncini) sono le stesse del modello precedente, un impianto impreziosito dalle tubazioni freno di serie in treccia metallica.

Come sempre la Shiver sarà disponibile anche in versione ABS, un sistema messo a punto da Continental in collaborazione con Aprilia e che garantisce un livello di sicurezza attiva sopra la media.

Il rinnovamento di questo modello arriva evidentemente dopo un'attenta analisi del mercato da parte degli uomini di marketing del Gruppo Piaggio. La Shiver infatti non ha riscontrato il successo che ci si aspettava da una naked di media cilindrata con questo livello di prestazioni e allestimento, e a testimoniarlo sono le classifiche di vendita. E' vero che è difficile scalzare dalle posizioni di testa le naked giapponesi - troppo perfettine e a buon mercato per non piacere - ma è altrettanto vero che sullo stesso piano della naked Aprilia troviamo moto come Triumph Street Triple e Bmw F800R, discreti successi commerciali e concorrenti dirette della bella Shiver sotto tutti i punti di vista: cilindrata (750/800 cc), prezzo (intorno agli 8.000 Euro a seconda delle versioni) e "cittadinanza" (sono tutte europee). E se aggiungiamo al "paniere" anche la Ducati Monster 696, terza in classifica a ridosso di Kawasaki Z750 e Honda Hornet, ecco che l'operazione di restyling della Shiver trova una motivazione inappellabile. In dieci mesi (da gennaio a ottobre 2009) sono state vendute 1.596 Triumph Street Triple (tra base ed 'R'), 1.273 Bmw F800R, 3.452 Ducati Monster 696 e solo 363 Aprilia Shiver. Un restyling ci voleva proprio!

Autore: Redazione

Tag: Novità


Listino Aprilia Shiver 750 - model year 2012

Shiver 750
Cilindrata
749.00 cm³
Potenza
69.00 kW / 95.00 CV
Coppia
8.00 kgm / 80.00 Nm
Peso
189.00 kg
Altezza sella
800 mm
Prezzo
7.050,00 €
Vai al Listino »
Top