Novità

pubblicato il 16 novembre 2005

Aprilia RSV 1000 R 06

Nuovi dettagli per continuare a stupire!

Aprilia RSV 1000 R 06
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Aprilia RSV 1000 R 06 - anteprima 1
  • Aprilia RSV 1000 R 06 - anteprima 2
  • Aprilia RSV 1000 R 06 - anteprima 3
  • Aprilia RSV 1000 R 06 - anteprima 4
  • Aprilia RSV 1000 R 06 - anteprima 5
  • Aprilia RSV 1000 R 06 - anteprima 6

Non si può certamente dire che sia tutta nuova, ma nemmeno che sia identica alla vecchia. La aprilia RSV 1000 R in edizione ’06, infatti, è quello che in gergo automobilistico viene definito un “restyling”: un fattore non certamente raro nel mondo delle due ruote, in particolar modo italiane, e che rende felici coloro i quali la moto già ce l’hanno in garage da uno o due anni. Una bella differenza rispetto a quanto ci hanno abituato alcuni costruttori giapponesi – un modello nuovo ogni 2 anni – ma si sa…se il vino è buono, invecchiando migliora.

E così devono aver pensato in aprilia nel momento in cui si è pensato, qualche mese fa, a come dare nuovo slancio al modello. Le vittorie maturate sui campi di gara, evidentemente, non sono bastate per tenere alto il volume di vendite dopo la “crisi” della gestione Beggio e l’assenza di moto ufficiali nelle massime categorie del motociclismo (MotoGp e SBK) ha reso impossibile, di fatto, la vendita di un prodotto eccezionale.

Sì perché bastano pochi giri di pista in sella alla RSV ’04/05 per capire quanto e come gli uomini di Noale si siano spinti avanti nell’offrire un prodotto estremamente veloce e divertente…e non c’è dubbio che anche il M.Y. ’06 abbia tutte le carte in regola per confermare questa certezza.

Sì perché davanti non c’è più la forcella Showa a gestire la corsa della ruota anteriore, ma una bella Ohlins…posizionata con 25° di inclinazione sul canotto di sterzo contro i precedenti 24°. Se poi ci aggiungiamo un motore leggermente rivisto ed i numerosi interventi di micro-aerodinamica che hanno interessato la carenatura e la presa d’aria dinamica allora si fa presto a tirare le somme.
Ma cosa cambia nel motore? La cartella stampa parla chiaro e come prima voce indica una mappatura rivista dell’iniezione elettronica. I più esperti avranno già capito che l’obiettivo è stato quello di far rientrare il V60 Magnesium nella normativa Euro3 pur senza farli perdere nemmeno un cavallo. E l’obiettivo sembra raggiunto, anche grazie alle valvole di scarico maggiorate da 31 a 33 mm: la potenza all’albero è ora pari a 143 CV a 10.000 giri con un picco di coppia massima a 8.000 giri/min pari a 101 Nm.

Come al solito completa la gamma di accessori: kit impianto di scarico Akrapovic completo omologato, ruote forgiate in alluminio, ammortizzatore di sterzo Ohlins, monoammortizzatore Ohlins, numerose parti in carbonio, un pistaiolo leveraggio cambio rovesciato in ergal e molto altro.

Tre i colori: Aprilia Black, aprilia White e Rosso Fluo. Il prezzo è ancora sconosciuto, ma ne sapremo di più nei prossimi giorni.

Autore: E.P.

Tag: Novità , strada , bicilindriche , 1000


Top