Sport

pubblicato il 25 ottobre 2009

WSBK 2009, Portimao: quasi Mondiale per Spies

Vince dominando gara 1. Ora ha 15 punti di vantaggio su Haga

WSBK 2009, Portimao: quasi Mondiale per Spies
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Portimao - anteprima 1
  • WSBK 2009, Portimao - anteprima 2
  • WSBK 2009, Portimao - anteprima 3
  • WSBK 2009, Portimao - anteprima 4
  • WSBK 2009, Portimao - anteprima 5
  • WSBK 2009, Portimao - anteprima 6

E' trionfo per Spies in gara 1. L'americano è riuscito, infatti, nell'impresa di ribaltare nuovamente la classifica iridata che lo vede al comando con 415 punti in classifica generale, grazie anche alla caduta fatale di Haga: il nipponico, partito dalla decima posizione, è caduto durante una furiosa rimonta che l'aveva portato ad agganciarsi ad un trenino buono per la rimonta: quello di Byrne, quarto, Biaggi, terzo e Rea, giunto secondo.

Grazie alla nuova vittoria, la quattordicesima in questo campionato, l'alfiere della Yamaha si trova ora nella condizione di gestire il un vantaggio importante in gara due: oltre al fatto di poter partire 9 posizioni più avanti in griglia rispetto al #41 della Ducati, Ben può permettersi il lusso di giungere sesto a fronte di una vittoria di Haga.

Ovviamente è presto per dire che il Mondiale è di Spies, perchè una caduta è sempre dietro l'angolo, ma la freddezza con la quale ha risposto alle domande dei giornalisti a fine gara e l'autorevolezza con la quale ha condotto la corsa dal primo all'ultimo giro lasciano poco spazio a dubbi.

"E' importante - ha dichiarato Spies - aver mosso così la classifica ma è fondamentale quello che deve ancora succedere. In gara 2 sarà importantissimo avere una buona partenza."

"La gara è andata benissimo - ha dichiarato Maio Meregalli, Team Manager Yamaha - e mi dispiace per Nori. Adesso Ben potrà amministrare in gara 2."

"Ho fatto fatica - ha dichiarato Biaggi - da metà gara alla fine. Ho sofferto molto la stanchezza e non sono riuscito a recuperare. Sono molto soddisfatto ed a due giri dalla fine sono stato beffato da Rea che è stato più pronto quando siamo passati sull'olio lasciato sul traguardo."

Appuntamento con una possibile, storica, vittoria del Mondiale piloti SBK da parte di Spies ma soprattutto della Yamaha (la prima della sua storia) in gara 2 alle 15.30. (Eurosport o La7)

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top