Sport

pubblicato il 20 ottobre 2009

WSBK, BMW: nel 2010 saremo più forti

Hauser, Manager della BMW Motorsport, intravede un futuro radioso

WSBK, BMW: nel 2010 saremo più forti
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Team BMW Motorsport - anteprima 1
  • WSBK 2009, Team BMW Motorsport - anteprima 2
  • WSBK 2009, Team BMW Motorsport - anteprima 3
  • WSBK 2009, Team BMW Motorsport - anteprima 4
  • WSBK 2009, Team BMW Motorsport - anteprima 5
  • WSBK 2009, Team BMW Motorsport - anteprima 6

Quella della BMW S1000RR nel Campionato del Mondo SBK 2009 è stato certamente un debutto "interessante". Ad una tappa dal termine della stagione, infatti, l'elica bianco blu ha saputo raccogliere quasi il doppio dei punti di una Casa presente da anni nella categoria - la Kawasaki - rimanendo ad appena 41 punti di distacco dalla Suzuki, che la precede in quinta posizione mondiale con 167 punti.

Certo, nel confronto con l'altrettanto debuttante Aprilia RSV4 Factory la quattro cilindri di Monaco ne esce con le ossa completamente rotte, ma è anche vero che il Reparto Corse di Noale ha vinto mondiali a raffica nelle corse su pista mentre per BMW i semafori verdi si sono limitati ad un pur positivo ruolo nel Campionato del Mondo Endurance con la HP2 Sport.

Insomma, nonostante BMW sia BMW in termini di budget e si possa permettere il lusso di utilizzare tecnologie di derivazione F1 per lo sviluppo di motore ed elettronica, il confronto con la Casa di Noale non poteva reggere sin dall'inizio ed ha quasi del miracoloso il fatto che Corser sia fatto vedere alcune volte nel gruppetto dei primi ed abbia concretizzato due ottimi piazzamenti: il 5° posto di Brno ed il 6° al Ring.

Il fatto è, insomma, che BMW ha lavorato anche bene nel suo grande piccolo, ma non ha avuto alcun riferimento "solido" con il quale confrontarsi durante l'inverno e le parole di Corser lo dimostrano: "Il mio capo meccanico a Magny Cours - ha dichirato il pilota BMW - mi ha detto che il mio tempo sulla distanza sarebbe stato sufficiente per farmi vincere la gara dello scorso anno. La cosa mi ha sorpreso ma dimostra quanto sia competitivo quest'anno il campionato e la forza dei nostri rivali."

Chi considera la WSBK una categoria per pensionati su moto "scarse" dovrà dunque ricredersi, perchè lo sviluppo tecnico è ormai molto vicino a quello richiesto dalla MotoGP ed il livello dei piloti molto alto.

"Per tutti noi della BMW questa stagione è stata una bella avventura e una sfida esaltante", ha dichiarato Hauser (General Manager di BMW Motorsport). "Sapevamo che non sarebbe stata facile, ma credo che ce la siamo cavata bene considerando che siamo una squadra all'esordio."

"La nostra S1000RR e il nostro team - aggiunge il Manager tedesco - hanno un ottimo potenziale e sappiamo che faremo ulteriori progressi nel futuro. Già non vediamo l'ora di continuare con lo sviluppo durante il periodo invernale per tornare più forti il prossimo anno. Inoltre sono contento che avremo Troy e Ruben con noi nel 2010. Sin dal primo giorno, sono stati componenti fondamentali del team e hanno aiutato a creare un'atmosfera davvero speciale. Entrambi sono fortissimi, con una mentalità vincente, e noi speriamo di poter metterli nelle condizioni di vincere il prossimo anno."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top