Sport

pubblicato il 19 ottobre 2009

Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia

E' il più titolato dei marchi italiani in attività nel Motomondiale

Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia - anteprima 1
  • Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia - anteprima 2
  • Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia - anteprima 3
  • Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia - anteprima 4
  • Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia - anteprima 5
  • Simon regala il 35° Mondiale alla Aprilia - anteprima 6


Con la vittoria ottenuta a Philip Island nel GP di Australia, lo spagnolo Julian Simon ha conquistato il titolo di Campione del Mondo 2009 della classe 125. Per Aprilia - la moto del neo campione – è il secondo titolo iridato della stagione dopo l’alloro mondiale costruttori già conquistato, sempre nella stessa classe.

Salgono così a 35 i campionati del mondo vinti dal marchio veneto: 18 titoli piloti e 17 costruttori, anche se a questi andrebbero aggiunti i mondiali Gilera dello scorso anno, visto e considerato che la moto pilotata da Simoncelli è a tutti gli effetti una Aprilia. Un palmares che fa di Aprilia il più titolato dei marchi italiani nel motomondiale tra quelli ancora in attività.

"Aprilia ha sempre lavorato con l’obiettivo di mettere in pista l’eccellenza del prodotto italiano - ha dichiarato Leo Francesco Mercanti, responsabile Racing del Gruppo Piaggio - in un continuo confronto a livelli altissimi come è la competizione mondiale. Oggi festeggiamo il titolo meritatissimo di Simon che si aggiunge a quello dei costruttori già conquistato in 125 in questa stagione. Sono così 35 i titoli iridati che abbiamo vinto in 125 e 250, a testimonianza dell’attenzione che Aprilia ha sempre dedicato alle classi più giovani del Motomondiale proponendosi come la vera scuola dei campioni che, in oltre 20 anni di vittorie, ha fatto emergere tutte le stelle del firmamento dello sport della moto al massimo livello."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top