Sport

pubblicato il 13 ottobre 2009

Aria di casa per Ducati a Philip Island

Stoner proverà a ripetere i successi del 2007 e 2008

Aria di casa per Ducati a Philip Island
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Estoril, Team Ducati Marlboro - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Estoril, Team Ducati Marlboro - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Estoril, Team Ducati Marlboro - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Estoril, Team Ducati Marlboro - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Estoril, Team Ducati Marlboro - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Estoril, Team Ducati Marlboro - anteprima 6

Il GP d'Australia è un appuntamento importante per tutti i team, in particolare per chi ha piloti... australiani! Nel caso di Ducati è un piacevolissimo ritorno a casa quello che Casey Stoner si appresta a fare per la gara di Philip Island, circuito molto amato dal top rider Ducati che qui ha vinto in sella alla Desmo16 sia nel 2007 (doppietta con Capirossi, secondo) che nel 2008.

Anche Nicky Hayden è sempre piuttosto competitivo qui, tanto da essere salito sul podio tre volte, la prima nel 2003, anno del debutto in MotoGP, e poi di nuovo nel 2005 e nel 2008. Tra l'altro il pilota del Kentucky detiene il record ufficiale della pista in gara (1'30"059), registrato nel 2008, migliore di soli 8 millesimi rispetto al tempo dell'attuale compagno di squadra. Casey però, oltre a vincere, lo scorso anno partì dal palo con una ottima pole conquistata con il tempo di 1'28"665.

Nonostante lo stop forzato di tre gare per i noti motivi di salute, Stoner è attualmente quarto in classifica con 170 punti, alle spalle di Dani Pedrosa con la Honda ufficiale a quota 173 punti. Hayden è invece 14esimo a quota 81 punti, con l'unico acuto del podio a Laguna Seca, nella gara di casa.

"Aspetto il GP di Phillip Island con piacere. - Parla Stoner - In Portogallo ho completato il fine settimana di gara senza problemi, a parte la prevedibile stanchezza provocata da una gara di MotoGP dopo due mesi di inattività. Adesso dovrei essere abbastanza pronto per il prossimo round anche perché la temperatura che andremo a trovare dovrebbe essere abbastanza fresca e quindi migliore per me in questo momento  in cui non sono ancora al massimo della condizione fisica. Il tracciato in se è semplicemente fantastico: veloce, filante, non ha praticamente un solo punto che possa non piacere ad un pilota. Le gare lì sono quasi sempre molto belle: negli ultimi due anni per me sono state un sogno ma questa volta probabilmente sarà un po’ diverso. Dobbiamo solo aspettare e vedere cosa potremo fare".

"Vorrei essere già in pista a Phillip Island in questo preciso momento. - E' un entusiasta Nicky Hayden a dirlo - Mi piace il posto e mi piace il tracciato, divertente e veloce. Spero che il tempo sarà clemente perché può essere davvero una sfida in più quando fa molto freddo, soprattutto perché non ci sono molte curve a destra e ci vuole un po’ a scaldare bene quel lato della gomma. Mi piacciono queste gare oltreoceano alla fine dell’anno, l’atmosfera è un po’ diversa dal solito perché con il team ci si sposta tutti insieme e si sta insieme in hotel. In questo modo si conoscono anche altri lati delle persone. Mancano tre gare alla fine della stagione e spero, anzi ho bisogno, di fare un ulteriore passo in avanti. Devo mettercela tutta e provare a far sì che succeda".

"E’ sempre bello andare a Philip Island. - Dice Livio Suppo, team manager del Ducati MotoGP Team - E’ una pista magica, ricca di ricordi fantastici per il nostro Team. Lo scorso anno Casey e Nicky fecero un bellissimo duello per la prima posizione per molti giri… sarebbe un sogno vederlo di nuovo con entrambi su una Ducati. Sarebbe un modo perfetto per metterci alle spalle definitivamente le difficoltà di questa stagione e premiare il lavoro della squadra e di tutti i ragazzi in Ducati Corse"

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top