Sport

pubblicato il 13 ottobre 2009

Il Fiat Yamaha Team pronto per Philip Island

Australia, mondiale in gioco sullo stretto di Bass

Il Fiat Yamaha Team pronto per Philip Island
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Estoril, Fiat Yamaha Team - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Estoril, Fiat Yamaha Team - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Estoril, Fiat Yamaha Team - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Estoril, Fiat Yamaha Team - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Estoril, Fiat Yamaha Team - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Estoril, Fiat Yamaha Team - anteprima 6

Fresco vincitore del titolo Costruttori il Fiat Yamaha Team si prepara per Philip Island con la responsabilità di avere i suoi due piloti primo e secondo in classifica staccati di soli 18 punti a favore di Rossi.

Con moto uguali e box diviso da un "muro" che separa tecnici, ingegneri e flusso di informazioni, Valentino e Jorge potranno contare solo sulle loro capacità per difendere, il primo, e attaccare, il secondo, la leadership in campionato. Terzo incomodo Stoner con la Ducati che qui, in casa, lo scorso anno vinse la gara staccando proprio Rossi di oltre 6 secondi.

A Philip Island Rossi è salito sul podio dieci volte tra 125, 250, 500 e MotoGP, compresa un'imbattuta striscia vincente di cinque anni in MotoGP e due titoli conquistati qui nel 2001 e nel 2004. Non vince su questa splendida pista dal 2006.

Lorenzo arriva in Australia molto carico, dopo aver dominato prove e gara in Portogallo e ridotto così il distacco dal capoclassifica. Il maiorchino ha vinto a Philip Island nel 2006 e 2007, gli anni dei titoli mondiali in 250, e l'anno scorso in sella alla Yamaha ha concluso al quarto posto staccato di oltre 11 secondi da Stoner.

Clima fresco e spesso ventoso accompagneranno i piloti in questo assalto al Mondiale sui saliscendi del circuito arroccato sulle rocce dello Stretto di Bass.

"Estoril è stata una grande delusione – ha affermato Rossi - ma dobbiamo guardare le cose positivamente e considerare che in quelle condizioni siamo finiti quarti prendendo 13 punti. So che la Yamaha ha studiato intensamente i dati per capire cosa è andato storto per noi, e ci auguriamo che la situazione a Phillip Island sarà molto diversa. Amo questa pista e vi conservo alcuni dei ricordi più belli della mia carriera, per questo voglio davvero essere al massimo della forma per la gara. E' passato troppo tempo dall'ultima vittoria! Penso che il campionato sarà combattuto fino alla fine con Lorenzo, ma le prossime due piste sono fra le mie preferite".

"Sono molto contento dopo la mia quarta vittoria di quest'anno – ha detto Jorge Lorenzo - e ora in Australia il mio obiettivo è quello di consolidare il secondo posto in campionato. Ho la possibilità di farlo se raccoglierò molti punti! Phillip Island è una pista che mi piace, è sempre speciale corrervi e, a mio parere, è il circuito più bello del campionato, insieme al Mugello. Guidi a 250 km/h, ma si può ancora vedere il mare e i gabbiani, è incredibile! L'anno scorso non sono riuscito a salire sul podio, ma mi ricorderò sempre del 2007, quando ho vinto con 20 secondi di vantaggio in 250. Tutta la mia squadra è fiduciosa e determinata per ottenere ancora buoni risultati in queste due importanti settimane! "

"All'Estoril abbiamo confermato il titolo Costruttori – dice Davide Brivio, team manager di Rossi - che è una grande conquista per tutti, perché i piloti Fiat Yamaha hanno davvero dominato questa stagione. A parte ciò, in Portogallo non è stato un weekend fantastico per noi e abbiamo avuto alcuni problemi imprevisti da affrontare. I nostri ingegneri hanno lavorato duramente per capire cosa sia andato storto e assicurarsi che non si ripeta questo fine settimana, per questo non vediamo l'ora di tornare in pista e mettere il passato dietro alle spalle. Valentino ha corso alcune gare fantastiche in Australia, ma è passato un po' di tempo da quando ha vinto l'ultima volta, così faremo tutto il possibile per tornare sul gradino più alto del podio e aumentare i punti di vantaggio nella lotta per il titolo."

"Quest'anno il campionato continua a diventare più interessante – sono le parole di Daniele Romagnoli -. Dopo Brno le possibilità di recuperare erano molto lievi, ma dopo la vittoria di Jorge a Indianapolis e all'Estoril la possibilità è concreta, con solo tre gare da disputare. Ovviamente è ancora molto difficile, ma ci limiteremo a continuare nello stesso modo: lavoreremo al Massimo, come sempre! Io penso che Phillip Island sarà una delle gare più belle dell'anno. Tra di loro Casey e Valentino hanno vinto lì molte volte, ma quest'anno si deve aggiungere Jorge al quadro, questo è il suo circuito preferito!"

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top