Novità

pubblicato il 13 ottobre 2009

Suzuki Gladius 400 ABS

Debutta al Salone di Tokyo ma non arriverà nelle concessionarie italiane

Suzuki Gladius 400 ABS
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Suzuki Gladius 400 ABS - anteprima 1
  • Suzuki Gladius 400 ABS - anteprima 2

La nuova Suzuki Gladius 400 ABS non arriverà in Italia. Questo è il verdetto di una comunicazione stampa firmata Suzuki Italia relativamente alla nuova naked di piccola/media cilindrata che la casa di Hamamatsu si appresta a presentare al Salone di Tokyo 2009.

Il progetto Gladius, insomma, non nasce esclusivamente per soddisfare le esigenze della clientela europea, adattandosi alle richieste dei mercati - in questo caso quello nipponico - rimodulando cilindrata e dotazione.

Il telaio a traliccio di tubi d'acciaio, infatti, rimane esattamente lo stesso così come non cambiano forcella ed ammortizzatore posteriore. Non cambia nulla, se non nelle termiche, anche in termini di propulsore: il V2 otto valvole in dotazione alla Gladius 400, infatti, si era già fatto notare - in altri mercati - anche sulle SV, grazie ad una potenza massima di 53 CV a 10.500 giri.

Già disponibile anche sulla 650, il sistema ABS di cui è dotata la Gladius 400 è il medesimo: agisce su due dischi anteriori da 290 mm ed uno singolo da 240 mm al posteriore.

Il mancato arrivo di questo modello in Italia non susciterà particolari rimpianti, dato che la riduzione di cilindrata è necessaria principalmente per motivi fiscali, anche se per alcuni neofiti il fatto di poter guidare una moto vera ma di cilindrata più "rassicurante" potrebbe anche essere considerata un'ottima motivazione all'acquisto.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top