Sport

pubblicato il 4 ottobre 2009

WSBK 2009, Magny-Cours, Gara 1: perfetto Spies

Vince il texano con 181 millesimi di vantaggio su Haga

WSBK 2009, Magny-Cours, Gara 1: perfetto Spies
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Magny-Cours - anteprima 1
  • WSBK 2009, Magny-Cours - anteprima 2
  • WSBK 2009, Magny-Cours - anteprima 3
  • WSBK 2009, Magny-Cours - anteprima 4
  • WSBK 2009, Magny-Cours - anteprima 5
  • WSBK 2009, Magny-Cours - anteprima 6

Scattano bene Spies e Biaggi, seguiti dalla Honda di Rea che si installa in seconda posizione. Haga segue il terzetto e precede Haslam e Fabrizio al termine del primo giro.

Al terzo giro volo pauroso di Sykes con la Yamaha che si distrugge ma lascia il pilota illeso. Haga tallona l’Aprilia di Biaggi che però chiude tutti i varchi e tiene dietro il giapponese. I primi quattro girano già sotto il record della pista fatto registrare lo scorso anno, l’acuto in particolare è di Max che con la sua RSV4 prova a rifarsi sotto alla Honda di Johnny Rea.

Fabrizio al quarto giro finalmente riesce ad avere la meglio sulla Honda di Haslam che gli faceva un po’ da tappo nel tentativo di riagganciarsi al quartetto di testa. Colpo di scena al settimo giro, "sparisce" Johnny Rea che viene "avvistato" a bordo pista dopo una staccata in totale derapata, dovuta a un problema tecnico al motore.

Spies si ritrova solo davanti con circa quattro decimi di vantaggio su Biaggi, ora ago della bilancia nel duello tra il texano e il giapponese della Ducati. Fabrizio, che ha perso troppo tempo con Haslam, non riesce a farsi sotto al compagno di squadra, ma scava comunque un gap importante con il gruppo degli inseguitori, formato, dopo Haslam, da Checa, Kagayama e Corser con la prima delle Bmw.

Alla staccata del tornante Adelaide Haga prova l’attacco a Biaggi ma il romano ha una traiettoria perfetta e chiude il varco per un soffio. Noriyuki ha grinta da vendere e prova tutte le soluzioni di attacco ma il margine che sembra avere non basta per sopravanzare l’Aprilia di Max. Spies è davanti ma il suo vantaggio non aumenta, anzi nell’ultimo settore della pista, al tredicesimo giro, scende da un secondo a sette decimi.

E’ davvero 1 mm a separare la ruota anteriore della Ducati di Haga dalla posteriore dell’Aprilia di Biaggi alla solita staccata del tornantino a destra. L’attacco va in porto alla curva del Nurburgring, all’interno, e Haga può così tentare di ricucire il gap dalla Yamaha di Ben. Da qui in poi è pura follia giapponese che sfrutta ogni cm di pista, compresa l’erba sintetica oltre i cordoli…

Biaggi non ci sta e alla staccata dell’Adelaide riprova a mettere le ruote davanti ad Haga ma esagera e va lungo di poco, potendo comunque rientrare alle spalle della Ducati anche se attardato di due secondi. A quattro giri dal termine è poco più di un secondo a separare la Yamaha #19 dalla Ducati #41 che diventano nove decimi scarsi al penultimo giro.

All’ultimo giro un piccolo errore di Spies apre un varco ad Haga che si infila ma l’americano tiene aperto e rimane davanti! Finisce così, con 181 millesimi di distacco e il cuore degli appassionati a rischio infarto!

Ora sono due i punti di vantaggio di Spies su Haga. Non vorrete mica perdervi gara 2 vero?

WSBK 2009, Magny-Cours - 04/10/2009
1 19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 in 37'57.110
2 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 0.181
3 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 5.009
4 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 16.347
5 91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 22.622
6 7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 24.948
7 71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 27.144
8 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 27.578
9 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 28.486
10 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 28.716
11 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 52.680
12 15 Baiocco M. (ITA) Ducati 1098R 1'01.372
13 99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'05.123
14 25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 1'05.483
15 94 Checa D. (ESP) Yamaha YZF R1 1'05.672
16 88 Resch R. (AUT) Suzuki GSX-R 1000 K9 1'29.284
17 40 Gentile F. (ITA) Honda CBR1000RR
Non classificati
22 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 Factory
132 Morais S. (RSA) Kawasaki ZX 10R
10 Nieto F. (ESP) Ducati 1098R
23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R
65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR
77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR
9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR
31 Muggeridge K. (AUS) Suzuki GSX-R 1000 K9
66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Sport


Top