dalla Home

Novità

pubblicato il 29 settembre 2009

Triumph Daytona 675 2010

Solo grafiche tra gli updates della tre cilindri britannica

Triumph Daytona 675 2010
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Triumph Daytona 675 2010 - anteprima 1
  • Triumph Daytona 675 2010 - anteprima 2
  • Triumph Daytona 675 2010 - anteprima 3
  • Triumph Daytona 675 2010 - anteprima 4
  • Triumph Daytona 675 2010 - anteprima 5

Le modifiche di rilievo erano già state apportate nel 2009, quando venne alleggerita, potenziata e ridisegnata. Impossibile, dunque, attendersi una Triumph Daytona 675 2010 completamente diversa dal modello che l'ha preceduta: per quest'anno solo grafiche ed aggiornamenti di dettaglio.

Telaio doppio trave e forcellone, entrambi realizzati in alluminio, insomma, sono gli stessi del modello che ha debuttato nel 2006 mentre forcella Kayaba da 41 mm e monoammortizzatore regolabile sono quelli introdotti tra negli aggiornamenti degli ultimi 2 anni. Nessuna novità nemmeno per l'impianto frenante, che utilizza anteriormente pinze monoblocco Nissin a gestione dei due dischi anteriori da 308 mm ed una pinza a pistoncino singolo con disco da 220 mm dietro.

Il tre cilindri in linea, 12 valvole, raffreddato a liquido ed alimentato per mezzo di un sistema di iniezione elettronica, è in grado di erogare 128 CV a 12.600 giri e 73 Nm di coppia massima a 11.750 giri. Rispetto all'unità nata nel 2006 i CV sono 3 in più mentre i Nm di coppia differiscono di una sola unità. Interessante, soprattutto per chi usa la moto in pista, l'incremenento di 400 giri dell'allungo: da 13.500 a 13.900 giri.

162 kg il peso a secco dichiarato, dai quali è possibile limare qualcosa attingendo dal catalogo di accessori ufficiale, il quale prevede uno scarico completo Arrow e molti accessori light. Interessante anche la dotazione di elementi studiati per incrementare le prestazioni del motore e l'efficienza della Daytona 675 2010 tra i cordoli: tra le varie segnaliamo i cornetti di aspirazione racing, centralina racing "mappabile" e cambio elettronico.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top