Sport

pubblicato il 24 settembre 2009

WSBK 2009, Imola: Spies vuole chiudere il conto

Siamo pronti per Imola, perchè conosciamo la pista...

WSBK 2009, Imola: Spies vuole chiudere il conto
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Nurburgring, Team Yamaha - anteprima 1
  • WSBK 2009, Nurburgring, Team Yamaha - anteprima 2
  • WSBK 2009, Nurburgring, Team Yamaha - anteprima 3
  • WSBK 2009, Nurburgring, Team Yamaha - anteprima 4
  • WSBK 2009, Nurburgring, Team Yamaha - anteprima 5
  • WSBK 2009, Nurburgring, Team Yamaha - anteprima 6


E' un Ben Spies decisamente carico quello che arriva ad Imola per difendere la leadership in campionato appena conquistata. Il rinnovo del contratto Yamaha per due anni, la certezza di andare in MotoGP a partire dal 2011 (ma si parla insistentemente di lui nel Team Tech3 già il prossimo anno) ed una R1 2009 che fila come il vento sono indubbiamente delle ottime armi da giocare in tema morale e tecnico per chiudere definitivamente i conti con Haga, anch'esso "carico" dopo la due giorni di test al Mugello.

"Non vedo l’ora di girare - ha dichiarato Spies - su una pista dove abbiamo già provato. La sensazione è che andremo incontro ad un buon weekend. Non abbiamo un vantaggio in campionato rassicurante, ma è una situazione che ho già vissuto e quindi non mi preoccupa. Per quanto mi riguarda, andiamo a Imola per provare a vincere entrambe le gare. Sappiamo che è la gara di casa della Ducati e che nel passato hanno raccolto grandi risultati, e quindi non sarà facile. La squadra ha fatto fino ad ora un grande lavoro e la moto è cresciuta costantemente, per cui saremo sicuramente là davanti a giocarcela".

"Aspetto carico la gara di Imola. Nel test di luglio - ha dichiarato Sykes - le cose sono andate abbastanza bene e siamo ripartiti con indicazione interessanti. Mi auguro che le soluzioni funzionino, in modo da iniziare subito con un set up gara quasi definitivo. Sono pronto a giocarmela e fiducioso di poter fare bene. Il circuito di Imola mi piace, l’asfalto è un po’ irregolare e mi ricorda le piste di casa. Si respira la storia in questo circuito e devo dire che correre ad Imola dà una sensazione davvero speciale."

"Quello di Imola - ha dichiarato Houseworth, Responsabile Tecnico di Ben Spies - a luglio è stato un test molto produttivo, perché permette a Ben di arrivare al weekend di gara già con una buona conoscenza del tracciato. Questo ci permetterà di lavorare subito sul set up gara, su entrambe le moto se necessario. I due mezzi di Ben sono un po’ differenti e quindi li proverà entrambi per capire su quale riesce ad essere più veloce. Pensiamo di avere anche maggior tempo per provare diverse soluzioni di pneumatici Pirelli, per fare in modo di essere davvero pronti domenica. Il nostro lavoro sarà quello di consegnare a Ben una moto veloce e facile da guidare, poi staremo vedere quello che succede."

"Siamo pronti per Imola - ha dichiarato Meregalli, Team Manager Yamaha - perchè conosciamo la pista e come la moto si comporta. Penso, visto quello che abbiamo fatto nelle ultime gare, che si possa essere fiduciosi. Abbiamo analizzato i dati del test e lavorato sulla moto di conseguenza: ora si tratta di vedere se le nostre scelte si riveleranno giuste. Sia Ben che Tom sono nelle condizioni di fare bene e mi aspetto un weekend soddisfacente per il nostro team."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top