Sport

pubblicato il 7 settembre 2009

MotoGP 2009, Misano: 20 punti preziosi per Lorenzo

Capitan America nulla può contro Rossi in formato Flash

MotoGP 2009, Misano: 20 punti preziosi per Lorenzo
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Misano, Jorge Lorenzo  - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Misano, Jorge Lorenzo  - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Misano, Jorge Lorenzo  - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Misano, Jorge Lorenzo  - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Misano, Jorge Lorenzo  - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Misano, Jorge Lorenzo  - anteprima 6

Con un Rossi in formato Flash, in particolar modo nel trovare l'assetto giusto per la sua M1 sin dalle prove del venerdì, Capitan Jorge America ha potuto veramente poco: ha limitato i danni in prova, con un terzo tempo a mezzo secondo dal compagno di squadra in pole...ed ha fatto quello che ha potuto in gara, riuscendo nell'obiettivo minimo di mettersi dietro Pedrosa e perdere meno punti possibile dalla vetta.

Dopo averne recuperati 25 per "mano divina" (senza la caduta di Valentino sarebbero stati al massimo 5) Lorenzo sapeva benissimo che a Misano non ci sarebbe stata storia: perchè è vero che a Misano non c'è il campanello "Rossi" come al Mugello, ma l'aria di casa ed il tifo mettono spesso la settima marcia...e considerando la magra figura da asino rimediata negli USA siamo certi che la M1 di Rossi sia scesa in pista anche con la ottava...

Andata come è andata, per Lorenzo è stata comunque una bella prova di maturità dopo gli erroracci di Brno e Donington: il suo distacco all'arrivo si è limitato a meno di 3 secondi ed il passo a fine corsa è stato addirittura superiore a quello del Dottore. Di certo ha capito benissimo come sfruttare la sua M1 e non c'è dubbio sul fatto che il prossimo anno il maiorchino sarà un avversario molto difficile: talento e polso destro ne ha da vendere, ha solo la testa un po' dura. Ma a furia di capocciate sembra che qualcosa, anche da quelle parti, si stia sistemando.

"Ho fatto quello che dovevo fare oggi - ha dichiarato Jorge Lorenzo - e ho preso più punti possibili, che è la cosa più importante che si può ottenere quando non sei al cento per cento. Purtroppo abbiamo faticato un po' nel corso dell'intero weekend per trovare il giusto assetto e così ho pensato che era meglio fare molta attenzione e garantirmi il secondo posto, oggi. Ho perso un po' di tempo per superare Dani e Toni e alla fine Valentino era troppo lontano. Dopo sono quasi caduto alla seconda curva, così ho preferito assicurarmi di ottenere i punti necessari per per mantenere vivo il campionato. Abbiamo del lavoro da fare, ma faremo in modo si essere al nostro meglio all' Estoril, dove ho ottimi ricordi dello mia prima vittoria dello scorso anno".

"Nel complesso siamo soddisfatti - ha dichiarato Daniele Romagnoli, Team Manager Yamaha box Lorenzo - del risultato di oggi, anche se naturalmente il nostro obiettivo è quello di vincere le gare e cercare di mantenere la tensione su questo fantastico campionato fino alla fine. Questo fine settimana abbiamo incontrato qualche difficoltà con l'assetto, ma oggi eravamo più in forma per la gara che in tutte le sessioni di prove, e questo è positivo. Il campionato è difficile, ma lotteremo fino alla fine e proveremo a migliorare ad ogni gara."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top