Sport

pubblicato il 7 settembre 2009

MotoGP 2009: Misano da professore per Rossi

Sale a 30 punti il vantaggio in classifica su Lorenzo

MotoGP 2009: Misano da professore per Rossi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Misano, Valentino Rossi - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Misano, Valentino Rossi - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Misano, Valentino Rossi - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Misano, Valentino Rossi - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Misano, Valentino Rossi - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Misano, Valentino Rossi - anteprima 6

Non saranno 50, ma a quattro gare dal termine del campionato, 30 punti di vantaggio su Jorge Lorenzo sono un bottino che permette a Valentino Rossi di affrontare le ultime quattro corse in programma con una certa tranquillità: il gruzzolo, se tale dovesse rimanere nelle prossime 3 corse, gli può permettere di conquistare il nono titolo con una corsa d'anticipo...ma allo stesso tempo rappresenta un buffer non indifferente per far fronte ad "asinate" come quella di Indianapolis o a weekend in cui (anche se non è da Rossi) potrebbe essere meglio tirare i remi in barca ed accontentarsi di un piazzamento alle spalle del compagno di squadra. Giusto per intenderci, parliamo di corse come quelle del Mugello o di Le Mans...

Di fatto, crediamo difficile che da qui a fine stagione "46" possa incappare in altre gare fuori forma come quella di Indianapolis. I prossimi circuiti hanno un profilo tradizionale in termini di tracciato e di asfaltatura (non ci saranno altre Indianapolis...)e sono piste che Valentino conosce alla perfezione. Ci sarà di nuovo Stoner e se tornerà in forma come ad inizio campionato non rappresenterà di certo un problema, anzi: la Rossa del redivivo campione australiano potrebbe anche essere una forte motivazione per alzare ancor più il limite della sfida.

"Che bello! Mi ci è voluto un po' prima di riuscire a considerare Misano come il GP di casa - ha dichiarato Rossi - perché il Mugello è speciale, per me. Devo però confessare che vincere oggi, davanti aduna marea di persone vestite di giallo e con 46 dappertutto, mi ha emozionato: ringrazio tutti per aver contribuiti a questa giornata speciale. Con il serbatoio pieno ho dovuto procedere con una certa cautela, all'inizio, e mi ci è voluto un po' di tempo per portarmi davanti. Una volta riuscitoci, la mia moto era perfetta. Non ci aspettavamo di essere tanto competitivi, qui, ma il weekend è stato splendido: grazie all'intera squadra per il gran lavoro fatto. Dopo Indianapolis, e l'errore da me fatto, siamo rimasti concentratissimi, ed il risultato di oggi è un premio per tutti. Sono stato un "asino che ha volato", oggi. La pausa che ci aspetta mi va bene, arrivandoci con queste immagini nella mente ed i punti di vantaggio in classifica. Indy però ci ha insegnato che i cambiamenti possono essere improvvisi; manteniamo la concentrazione al massimo per Estoril."

"Penso che sia stato un weekend perfetto. Siamo arrivati qui - ha dichiarato Davide Brivio, Team Manager Yamaha box Rossi - molto motivati per essere sicuri di ottenere un buon risultato e lo abbiamo fatto. Siamo stati in testa quasi tutte le sessioni, siamo partiti in pole ed abbiamo vinto la gara. Il team e gli ingegneri hanno lavorato in un modo fantastico e la moto, dal venerdì pomeriggio, ha lavorato bene e abbiamo dolo solo fare la messa a punto fine per ottenere l'assetto perfetta per oggi. Dobbiamo continuare in questo modo nelle ultime quattro gare, con lo stesso sistema, e siamo impazienti di essere alla prossima gara. Abbiamo aumentato il distacco e ridotto il numero delle gare: questa la strada giusta per noi! Congratulazioni a tutta la squadra. La ringrazio per una reazione così pronta, dopo lo scorso fine settimana: questa è una grande ricompensa."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top