Sport

pubblicato il 6 settembre 2009

MotoGP 2009, Misano, Gara: domina Rossi

"The doctor" vince con un ritmo insostenibile per tutti

MotoGP 2009, Misano, Gara: domina Rossi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Misano Adriatico, GP di San Marino - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Misano Adriatico, GP di San Marino - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Misano Adriatico, GP di San Marino - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Misano Adriatico, GP di San Marino - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Misano Adriatico, GP di San Marino - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Misano Adriatico, GP di San Marino - anteprima 6

Partono benissimo Pedrosa ed Elias, terzo Rossi, e cadono subito De Angelis, Edwards e Hayden a causa di un errore dell’italiano del team Gresini.

Elias è molto aggressivo su Pedrosa e alle loro spalle Lorenzo passa Rossi e insieme si fanno sotto a Elias. Pedrosa non riesce a scappare, anzi, sembra fare da tappo perché i tre alle loro spalle sono molto vicini, tanto che si avvicina anche Dovizioso.

Rossi passa Lorenzo all’inizio del quarto giro e poco dopo anche Elias, evidentemente con Pedrosa nel mirino. Lorenzo non vuole farsi scappare i primi due e passa Elias alla fine del quarto giro, stessa cosa fatta un giro dopo da Dovizioso.

Il gruppo degli inseguitori è guidato da Capirossi, seguito da Melandri e Kallio. Si ricompattano nel frattempo i primi tre; Pedrosa è veloce ma i due piloti Yamaha sembrano avere ancora del margine, infatti Rossi supera Dani tre le due curve del Rio e il rombo del suo motore è quasi coperto dal boato del pubblico accorso ad acclamare l’eroe di casa.

A 18 giri dal termine le posizioni di testa sono invariate: Rossi non prende il largo ma tiene un apprezzabile distacco, Pedrosa riesce a tenersi dietro Lorenzo e Dovizioso perde il contatto pur rimanendo in quarta posizione. Più indietro Capirossi è sempre sesto e Kallio ha passato Melandri, dimostrando un certo feeling con la sua Ducati ufficiale.

Tre giri dopo "finalmente" arriva l’errore di Pedrosa e Lorenzo riesce a passare. Stessa cosa che fa il bravissimo Capirossi ai danni di Elias. Jorge prova il ricongiungimento con Rossi e stacca il top rider Honda ma Valentino non fa il "somarello" e continua a girare sotto il muro dell’1’35" per mantenere un distacco di sicurezza dal compagno di squadra.

Mancano dieci giri dalla fine quando appare evidente che Pedrosa "lascia perdere" in vista di un soddisfacente terzo posto e Lorenzo nonostante gli sforzi continua a prendersi dai due decimi al mezzo secondo ad ogni giro. Vola la M1 di Valentino che sembra guidare su un binario e concede un po’ di spettacolo agli spettatori del curvone impennando di pochi centimetri la sua Yamaha ad ogni cambio marcia.

A sei giri dal termine il vantaggio su Lorenzo è di quasi tre secondi, Pedrosa è lontano e ancora più indietro si profila la battaglia tra Dovizioso e Capirossi per il quarto posto. L’attacco di Loris riesce alla curva della Quercia e si installa con la sua Suzuki al quarto posto.

Comincia l’ultimo giro a posizioni invariate e la tabella dei tempi dice che Rossi vince con un ritmo mostruoso, insostenibile anche per il compagno di box maiorchino in sella alla stessa moto. Ad infiammare l’ultimo giro è la bagarre tra Dovizioso e Capirossi che si vede superato dalla Honda di Andrea alla staccata "piegata" del Tramonto.

Finisce così, con il "somarello" che ridiventa "dottore" e porta a 30 i punti di vantaggio su Lorenzo in classifica. Sulle tribune è un tripudio di bandiere gialle con il numero 46 e il Mondiale che per il lato "Rossi" del box Yamaha sembra un po’ più vicino.

MotoGP 2009, Misano, Gara - 06/09/2009
1 46 Valentino ROSSI ITA Fiat Yamaha Team
2 99 Jorge LORENZO SPA Fiat Yamaha Team 2.416
3 3 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team 12.400
4 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team 26.330
5 65 Loris CAPIROSSI ITA Rizla Suzuki MotoGP 26.539
6 24 Toni ELIAS SPA San Carlo Honda Gresini 28.286
7 36 Mika KALLIO FIN Ducati Marlboro Team 30.184
8 33 Marco MELANDRI ITA Hayate Racing Team 31.757
9 7 Chris VERMEULEN AUS Rizla Suzuki MotoGP 31.909
10 52 James TOSELAND GBR Monster Yamaha Tech 3 38.347
11 44 Aleix ESPARGARO SPA Pramac Racing Ducati 46.673
12 14 Randy DE PUNIET FRA LCR Honda MotoGP 52.041
13 88 Niccolo CANEPA ITA Pramac Racing Ducati 1'03.198
14 41 Gabor TALMACSI HUN Scot Racing Team Honda 1'22.347

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Sport


Top