Sport

pubblicato il 4 settembre 2009

WSBK 2009, Nurburgring, Q1: spunta Rea

Freddo, vento e pioggia condizionano la prima giornata

WSBK 2009, Nurburgring, Q1: spunta Rea
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2009, Nurburgring - anteprima 1
  • WSBK 2009, Nurburgring - anteprima 2
  • WSBK 2009, Nurburgring - anteprima 3
  • WSBK 2009, Nurburgring - anteprima 4
  • WSBK 2009, Nurburgring - anteprima 5
  • WSBK 2009, Nurburgring - anteprima 6

L'accoglienza non è stata certamente delle migliori per il circus della WSBK impegnato sulla pista del Nurburgring per il quart'ultimo appuntamento stagionale. Pioggia, vento e temperature polari hanno caratterizzato la prima giornata di prove, che ha fatto registrare tempi di circa 16 secondi superiori alla Superpole dello scorso anno.
Difficile, dunque, tirare le somme di una giornata che ha comunque messo nero su bianco dei risultati nelle specifiche chart di sessione: la Q1 si è chiusa con la Honda di Rea al comando, seguita dalla Yamaha di Sykes e la BMW di Corser, che su questa pista ci tiene a fare bene: si tratta della corsa di casa per la BMW ed è probabile che da Monaco siano arrivati gli aggiornamenti elettronici sperati per la S 1000 RR.

Quarto tempo per Fabrizio, primo delle Ducati in pista: per il pilota romano si tratta in qualche modo di un ritorno alla SBK dopo la breve parentesi in MotoGP come sostituto di Kallio a Brno e fa piacere notare come, nella sessione conclusiva, sia riuscito a girare più forte del compagno di team, questa mattina velocissimo.

Sesto posto per un'altra Ducati, quella di Byrne, settimo per la Honda di Haslam ed ottavo, quasi a conferma dell'ottimo potenziale dimostrato in questa stagione, Smrz su Ducati. Sorpresa di giornata Scassa: Skaluca è decimo in sella alla sua Kawasaki privata davanti alla S 1000 RR di Cooper (che sostituisce Xaus infortunato) e la Honda di Checa.

Spies e Biaggi sono solamente 13esimo e 14esimo: è probabile che gli assi di Yamaha ed Aprilia abbiano voluto mantenere nascosto il loro potenziale in previsione di una Superpole estremamente accesa. 15° Muggeridge, con la Suzuki ufficiale, molto indietro l'Aprilia di Nakano, solo 19esimo. Male anche Tamada, Hopkins 21esimo e Parkes, in quale ha girato a più di 4 secondi da Scassa pur disponendo di una ZX-10R ufficiale.

WSBK 2009, Nurburgring, Q1 - 04/09/2009
1 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 2'11.278
2 66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 2'11.781
3 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 2'12.086
4 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 2'12.354
5 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 2'12.635
6 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 2'12.819
7 91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 2'12.979
8 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 2'13.089
9 9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 2'13.215
10 99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 2'13.238
11 47 Cooper R. (GBR) BMW S1000 RR 2'13.391
12 7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 2'13.550
13 19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 2'13.898
14 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 2'13.928
15 31 Muggeridge K. (AUS) Suzuki GSX-R 1000 K9 2'14.073
16 15 Baiocco M. (ITA) Ducati 1098R 2'14.075
17 71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 2'14.214
18 14 Lagrive M. (FRA) Honda CBR1000RR 2'14.653
19 56 Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 Factory 2'14.791
20 100 Tamada M. (JPN) Kawasaki ZX 10R 2'14.954
21 121 Hopkins J. (USA) Honda CBR1000RR 2'15.249
22 94 Checa D. (ESP) Yamaha YZF R1 2'15.913
23 77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 2'17.332
24 10 Nieto F. (ESP) Ducati 1098R 2'17.539
25 25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 2'17.896
26 23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 2'17.965
27 88 Resch R. (AUT) Suzuki GSX-R 1000 K9 2'18.830

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top