Attualità e Mercato

pubblicato il 3 settembre 2009

BMW Integral ABS a quota 1 milione

500.000 le unità installate dal 2004 ad oggi

BMW Integral ABS a quota 1 milione
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Integral ABS a quota 1 milione - anteprima 1
  • BMW Integral ABS a quota 1 milione - anteprima 2
  • BMW Integral ABS a quota 1 milione - anteprima 3
  • BMW Integral ABS a quota 1 milione - anteprima 4
  • BMW Integral ABS a quota 1 milione - anteprima 5
  • BMW Integral ABS a quota 1 milione - anteprima 6

Lunedì 31 agosto 2009, dallo stabilimento dell'elica di Berlino è uscita la milionesima BMW dotata del sistema BMW Motorrad Integral ABS.

Lo storico traguardo, raggiunto a 21 anni dal lancio di quella che ancor oggi è una rivoluzione in continua evoluzione, arriva ad appena 5 anni dal raggiungimento dell'altrettanto eccezionale meta delle 500.000 unità dotate di questo dispositivo di sicurezza.

Allora, era il 2004, la protagonista dei festeggiamenti fu una R 1100 RT, mentre oggi il modello ad entrare nella storia è una K 1300 R: non occorre certamente uno speciale grafico per capire che la richiesta dell'ABS da parte della clientela BMW è cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni, tanto da arrivare ad essere installato con percentuali del 90% sugli attuali modelli in gamma.

Numeri che parlano in modo schiacciante in favore del sistema Integral ABS, almeno in termini di preferenze della clientela, che possono richiederlo su tutti i modelli - in alcuni è di serie - tranne che sulla superspecialistica enduro G450X: peso e difficoltà del sistema nell'interpretare a "ritmo corsa" le infinite sfaccettature dei terreni off-road ne impediscono, di fatto, l'adozione su questo modello.

Accessorio, invece, che non sembra aver trovato particolari ostacoli di messa a punto sull'altra race replica, la BMW S1000RR, che arriverà in concessionaria durante l'inverno. In questo caso l'evoluzione dell'Integral ABS - opzionale - ha portato alla realizzazione di un sistema in grado di cambiare volto in base alle esigenze: più attento e tempestivo nelle modalità stradali, sempre più di "manica larga" man mano che ci si avvicina alla soglia di intervento più spinta, quella che sarà utilizzata da tutti coloro i quali utilizzeranno i 193 CV della SBK BMW in pista.

Complimenti a BMW per i risultati ottenuti ma soprattutto per averci creduto: questo sistema può davvero salvare la vita.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato


Top