Sport

pubblicato il 31 agosto 2009

MotoGP 2009, Indianapolis: bravo Jorge

Vittoria, morale alle stelle, campionato riaperto. Bravo Jorge

MotoGP 2009, Indianapolis: bravo Jorge
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Indianapolis, Jorge Lorenzo - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Indianapolis, Jorge Lorenzo - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Indianapolis, Jorge Lorenzo - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Indianapolis, Jorge Lorenzo - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Indianapolis, Jorge Lorenzo - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Indianapolis, Jorge Lorenzo - anteprima 6

Bravo Jorge. La corsa di ieri del pilota maiorchino è stata davvero da incorniciare: non un errore, non una sbavatura, perfetta scelta di tempo nell'attacco a Rossi. Rimane forse il dubbio relativo al potenziale inespresso di Pedrosa, dato che il connazionale della Honda sembrava avere davvero un altro passo, ma le corse sono fatte così ed oggi Lorenzo torna a casa da Indianapolis con la botte piena e la moglie ubriaca: vittoria, morale alle stelle, distacco in campionato dimezzato in un sol colpo.

Insomma, meglio di così proprio non poteva andare, soprattutto perchè questa volta a fare "il Lorenzo" è stato proprio Valentino, vittima di un weekend in cui non è riuscito in alcuna sessione a trovare il giusto feeling con moto e pista. In particolar modo Valentino è parso davvero poco a suo agio sulle continue irregolarità della pista americana, sulle quali c'è probabilmente bisogno di uno stile di guida in grado di "adattarsi" ad un pacchetto tecnico per forza di cose impossibile da calibrare al meglio.

"E’ stato fantastico - ha dichiarato Lorenzo - per me e per la mia squadra! Ho avuto due incidenti di fila e ora ho vinto, mentre i miei avversari sono caduti. Ovviamente mi dispiace per loro, ma questi sono gli alti e bassi di questo sport ed è un risultato meraviglioso per me. Sono stato forte per tutto il fine settimana e ci tengo a ringraziare il mio team per avermi dato una grande moto. Ho avuto una partenza difficile ed ho dovuto faticare parecchio per passare gli avversari ed inserirmi in terza posizione, ma poi ho tenuto un buon ritmo e sono riuscito ad andare con Valentino e Dani. Quando Dani è caduto sapevo che sarebbe stata una lotta tra me e Valentino e quando lui è scivolato non l’ho capito immediatamente perché ho male interpretato la lavagna espostami dai box, pensando che dicesse +0! Comunque la mia moto è stata ottima e da quel momento in poi è stato facile, ho dovuto solo rimanere concentrato. Mi sono divertito molto nel giro di rallentamento con i miei fan e sono felice di aver vinto su questa pista meravigliosa. Il mondiale è quasi finito, ma in un sol giorno le cose sono cambiate molto. Sarà dura, ma noi non ci arrendiamo!"

"Non avremmo potuto chiedere di più - ha dichiarato Daniele Romagnoli, Team Manager Yamaha box Lorenzo -: Jorge si è comportato magnificamente per l’intero fine settimana e la squadra ha fatto un grande lavoro, migliorando la moto e riducendo il gap da Pedrosa. Jorge era molto sicuro di sé riguardo alla gara, grazie ad un altro passo avanti che abbiamo fatto nell’assetto dopo il warm-up ed ha guidato molto bene. Ovviamente oggi siamo stati fortunati e sono dispiaciuto per Valentino, ma dopo Brno il nostro distacco era ampio, mentre ora le cose sono cambiate e dobbiamo tirare fuori il massimo da questa nuova situazione. Non ci arrendiamo mai e questa è una grande ricompensa per ognuno di noi."

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top