Novità

pubblicato il 27 agosto 2009

GP Motorsports Project 109

Saranno 15 le "repliche" motorizzate Aprilia 550 della Ilmor X3 MotoGP

GP Motorsports Project 109
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • GP Motorsports Project 109 - anteprima 1
  • GP Motorsports Project 109 - anteprima 2
  • GP Motorsports Project 109 - anteprima 3
  • GP Motorsports Project 109 - anteprima 4
  • GP Motorsports Project 109 - anteprima 5
  • GP Motorsports Project 109 - anteprima 6

La GP Motorsports si appresta a vendere una versione commerciale della Ilmor X3 che ha corso, ottendendo una manciata di punti, nel Campionato del Mondo MotoGP 2007. Incredibile il prezzo: solamente 15.000 sterline, infatti, saranno necessarie per portarsi a casa uno dei 15 gioiellini messi a punto dalla factory britannica.

I perchè di un listino prezzi così contenuto sono presto spiegati: ovviamente il trucco c'è, non si vede, ma si sentirà al primo avvio della motocicletta quando uscirà dal garage del fortunato possessore. In luogo del V4 800 a V di 75°, progettato da Mario Illien attingendo a piene mani dalla tecnologia F1 con la quale Ilmor ha portato avanti lo sviluppo dei motori Mercedes in F1, dietro le carene "ufficiali" si nasconde un compattissimo propulsore V2 Aprilia, quello della SXV nella cilindrata 550.

Battezzata Project 109, la creatura della GP Motorsports dovrebbe essere una velocissima arma da pista: i 75 CV del motore a V di 77°, raffreddato a liquido ed alimentato per mezzo di un sistema di iniezione elettronica, sono spalmati su di una massa di soli 90 kg e messi a terra da una cilistica di prim'ordine.

Il telaio, a doppio trave in alluminio sostanzialmente identico a quello della moto pilotata da McCoy e McWilliams, è abbinato a componentistica di qualità eccelsa: forcella Ohlins, impianto frenante anteriore Brembo con pinza monoblocco ad attacco radiale e monoammortizzatore Ohlins, pronto a controllare il movimento del lungo forcellone posteriore in alluminio, sono proposti di serie ma le alternative sono molteplici: prendendo accordi al momento della firma del contratto, ad esempio, i tecnici della GP Motorsports saranno fieri di sostituire la forcella standard con una racing pressurizzata. Lo stesso discorso vale ovviamente per tutto il resto della componentistica, a partire dall'impianto frenante, l'ammortizzatore posteriore, i cerchi, il materiale utilizzato per la realizzazione della carenatura e molto altro.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top