Sport

pubblicato il 22 agosto 2009

MotoGP 2010: Bautista in Suzuki

Capirossi dà il suo benvenuto all'ispanico

MotoGP 2010: Bautista in Suzuki
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Team Suzuki Rizla - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Team Suzuki Rizla - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Team Suzuki Rizla - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Team Suzuki Rizla - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Team Suzuki Rizla - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Team Suzuki Rizla - anteprima 6

"Credo sia stata fatta un'ottima scelta perché è un pilota molto forte e credo che si troverà bene in questo team. Sono felice di poter lavorare con lui". Con queste parole Loris Capirossi ha voluto dare il suo benvenuto ad Alvaro Bautista, il quale ha firmato un contratto con il Team Suzuki per correre assieme la stagione 2010. Una risposta che include velatamente l'annuncio di un rinnovo del suo di contratto, dopo aver già rassicurato tutti in tivù con un deciso "per il 2010 sono a posto..."

Tutto bene, tutto ok? Ci auguriamo di sì per il pilota "italo-monegasco", anche se la firma nero su bianco ancora manca e, curiosamente, la componentistica 2010 della GSV-R sia stata provare anche a Vermuelen...cosa che solitamente si evita con piloti in scadenza di contratto. Difficile, in ogni caso, che uno come uno "scafato" come Loris parli a vanvera: Suzuki ed il suo manager Pernat sono realmente nella fase finale delle trattative ed il fatto che la Casa nipponica abbia fatto provare anche il simpatico Chris potrebbe semplicemente rappresentare un'arma che Suzuki ha messo in campo per giocare al ribasso con l'ingaggio del più anziano dei piloti MotoGP.

Dubbi o non dubbi sul futuro, sembra che la Suzuki 2010 si comporti molto bene, almeno in confronto all'esemplare sceso in pista quest'anno: "Siamo abbastanza soddisfatti - ha dichiarato Loris Capirossi - visto che il telaio sembra rispondere meglio. Nel pomeriggio abbiamo fatto un paio di giri sotto l'acqua per provare altre componenti che vanno bene e ora avremo bisogno di qualche sessione in più per provare un altro motore."

Attendiamo, dunque, risultati migliori per la Suzuki, in attesa di un mondiale da ormai due lustri: l'ultimo, infatti, è targato 2000 a firma Kenny Roberts Jr.

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top