Novità

pubblicato il 20 agosto 2009

KTM 1190 Adventure 2010

Obiettivo "1200" per la maxienduro austriaca?

KTM 1190 Adventure 2010

Il 2010 potrebbe portare un incremento di cilindrata anche per la maxienduro austriaca. Come abbiamo già ipotizzato per le altre bicilindriche Ktm, il passaggio dai motori da 999 cc ai nuovi "1190" sarebbe imminente per buona parte della gamma "990", SuperDuke e Adventure in primis.

Mentre per la naked la ricerca di prestazioni superiori è l’unica via per primeggiare in un segmento popolato da strapotenti sportive a manubrio alto, per la maxienduro Adventure l’esigenza di "diventare 1200" è riconducibile soprattutto all’eccezionale successo di vendite dell’acerrima concorrente Bmw R1200GS, dato che in termini di prestazioni il 999 cc Ktm ha ben poco da invidiare a qualsiasi altro propulsore di pari categoria.

L’era dei motori bicilindrici da 1.000 cc inoltre è tramontata già da qualche anno, un cambio di rotta spinto un po’ da tutti i Costruttori di motori V2 di grossa cilindrata e trainato in pratica dal cambiamento del regolamento tecnico in Superbike per quanto riguarda i motori a due cilindri.

L’attuale 990 Adventure è disponibile nelle due versioni standard ed R che differiscono per la potenza massima (106 e 115 CV) e per l’allestimento ciclistico ed estetico. Chiunque abbia avuto la fortuna di provarle sa benissimo che la maxienduro di Mattighofen non è assolutamente in deficit di prestazioni, anzi, tuttavia l’arrivo di una 1190 Adventure permetterebbe al Costruttore austriaco di mantenere praticamente invariati i dati di potenza massima enfatizzando l’erogazione di coppia, su cui i clienti di questo tipo di moto pongono sempre l’accento.

Il propulsore designato sarebbe il 1.145 cc della RC8 base, dotato in origine di 155 CV e quindi più adeguato del 1.195 cc della RC8R al ridimensionamento della potenza necessario a scendere a valori in linea con la filosofia Adventure. Ne beneficerebbe la coppia che, come sulla 990, rimarrebbe "spalmata" su un ampio range di giri ma su valori più alti grazie alla cilindrata superiore del 1190.

Con 110 e 120 CV rispettivamente per le versioni base ed R, e valori di coppia massima prossimi ai 120 Nm, la 1190 Adventure conquisterebbe lo scettro di maxienduro di riferimento in termini di prestazioni globali, rimanendo comunque l’unica del suo segmento a vantare un’attitudine al fuoristrada sconosciuta alle concorrenti.

Ktm potrebbe tentare anche la strada di una diversificazione più spinta tra le due versioni della Adventure, destinando le attuali misure di cerchi e gomme - 90/90-21" ant. e 150/70-18" post. - alla specialistica "R" e provando un’impostazione più stradale con le tradizionali misure da maxienduro – 110/80-19" ant. e 150/70-17" post. – per la versione standard. Potrebbe essere una strategia azzeccata per andare a rubare a Bmw quella fetta di clienti attratta dal fascino del marchio "orange" ma spaventata da un modello troppo… offroad.

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Novità


Top