Novità

pubblicato il 9 novembre 2009

Honda CBF 1000 2010

Telaio in alluminio e design italiano per la rinnovata sport-touring

Honda CBF 1000 2010
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Honda CBF1000 2010 - anteprima 1
  • Honda CBF1000 2010 - anteprima 2
  • Honda CBF1000 2010 - anteprima 3
  • Honda CBF1000 2010 - anteprima 4
  • Honda CBF1000 2010 - anteprima 5
  • Honda CBF1000 2010 - anteprima 6

Dopo aver creato la Hornet e la CB1000R i designer italiani di Honda hanno plasmato le linee della nuova CBF1000, la sport-touring "low-cost" della Casa dell’Ala. Sarà la seconda generazione di questa divertente e piacevole granturismo da 998 cc, dotata del motore 4 cilindri in linea a iniezione, depotenziato, della vecchia CBR1000RR.

Comoda, versatile, economica da gestire e divertente da guidare, la Honda CBF1000 2010 è stata criticata in questi anni sostanzialmente per il look impersonale. Con il modello 2010 Honda introduce modifiche sostanziali, prima tra tutte un’estetica totalmente rinnovata e molto più moderna, con scarico basso, gruppo ottico anteriore dal taglio più filante, semicarena meglio integrata con il serbatoio ma sempre con indicatori di direzione (per la prima volta a LED) integrati e codone dall’aspetto meno "pesante". Tra gli elementi interessanti proposti di serie il cupolino regolabile su quattro posizioni, la sella regolabile in altezza (+- 15 mm rispetto ai 795 mm da terra standard) e la completissima strumentazione, che richiama per stile quella della nuova VFR1200F.

La novità più importante però sarà nascosta alla vista perché riguarda il telaio. Abbandonato l’acciaio, la "spina dorsale" che fa da scheletro alla nuova CBF1000 è di derivazione CB1000R e quindi in alluminio. Con un interasse di 1.495 mm, la nuova CBF1000 2010 propone una forcella telescopica da 41 mm ed un mono posteriore con leveraggio H.M.A.S. (Honda Multi-Action System) con precarico regolabile in sette posizioni. Non mancano i cerchi da 17" di colore nero, con design a 6 razze ed una coppia di dischi anteriori flottanti da 296 mm, abbinati a pinze assiali a due pistoncini; al posteriore invece, lavora un disco da 240 mm morso da una pinza a singolo pistoncino. 245 kg il peso in ordine di marcia.

La serie CBF adotta tradizionalmente motori che già equipaggiano le CBR-RR, e la nuova CBF1000 non fa eccezione. Quattro cilindri in linea, raffreddato a liquido ed alimentato per mezzo del sistema di iniezione elettronica PGM-FI con corpi farfallati da 36 mm, il motore della Honda CBF1000 2010 eroga 9 CV in più rispetto al modello precedente (107.5 CV a 9.000 giri) con una coppia massima di 96 Nm a 6.500 giri. Più potenza ma anche minori consumi: il nuovo motore è il 7% più efficiente dell'unità precedente

Disponibile anche la CBF1000ST, dotata di ABS Combinato di serie: il sistema unisce le funzioni del CBS (la Frenata Combinata che ripartisce la forza frenante fra l'anteriore e il posteriore) all’ABS Honda.

In Italia saranno quattro le colorazioni della Honda CBF1000 2010 disponibili: Pearl Nightstar Black, Quasar Silver Metallic (anche versione ST), Pearl Cool White, Pearl Amber Yellow di cui le prime due anche in versione ST.

Autore: Redazione

Tag: Novità


Top