Novità

pubblicato il 12 agosto 2009

Aprilia Tuareg 750 - novità 2010?

Un enduro leggera bicilindrica è nei piani del Gruppo Piaggio

Aprilia Tuareg 750 - novità 2010?

Con il nuovo motore bicilindrico a V di 90° da 750 cc la Casa di Noale sta articolando una gamma di moto che, un passo alla volta, dovrebbe andare a coprire buona parte dei segmenti di mercato.

Shiver, nelle due versioni naked e GT, e Dorsoduro (tutte disponibili con e senza ABS) rappresentano ottime proposte per chi vuole una moto stradale divertente e poliedrica. Tuttavia con l’uscita di produzione della Pegaso si è venuto a creare un vuoto nell’offerta Aprilia che purtroppo molti potenziali clienti "colmano" rivolgendosi alla concorrenza.

Il V2 da 750 cc sarebbe perfetto per creare una Pegaso di nuova generazione, dalle prestazioni superiori a tutti i vecchi modelli monocilindrici, con tutta la tecnologia Ride by Wire e, in più, una serie di altri "servizi di bordo" in grado di renderla una tuttofare capace di affrontare anche lunghe distanze.

Sulla bocca di tutti c’è però un altro nome, storico per il Costruttore veneto e che negli anni Ottanta ha dato tante soddisfazioni agli amanti delle enduro in stile dakariano: Tuareg. Potrebbe chiamarsi così, anziché Pegaso, la nuova enduro-stradale Aprilia di media cilindrata.

Una Tuareg 750 andrebbe a dar battaglia a concorrenti affermate già da tempo, come Honda Transalp 700 e Suzuki V-Strom 650, ma anche a proposte recenti e già di grande successo come le Bmw F800GS e F650GS. Sarebbe inoltre, proprio perché bicilindrica, un passo avanti rispetto alla Yamaha XT660Z Ténéré, un "revival" dal passato che sta incontrando i favori del pubblico.

Progettisti e uomini di marketing Aprilia hanno però un problema da risolvere, anzi due: ruote a raggi o ruote in lega? Anteriore da 19 o da 21 pollici? In pratica, a chi dare battaglia? Alle versioni più stradali, come Transalp, V-Strom e F650GS, con ruota da 19 pollici, o alle più specialistiche F800GS e Ténéré 660 con ruota anteriore da 21 pollici?

Il problema sarebbe presto risolto, proprio come fa Bmw e come ha fatto in passato la stessa Aprilia (Pegaso Strada con ruota da 17" e Pegaso Trail con ruota da 19"), allestendo due versioni, una con ruote in lega, l’anteriore da 19" e sospensioni semplici, e una con ruote a raggi, l’anteriore da 21" e sospensioni più sofisticate.

In questo modo non ci sarebbe bisogno di una versione "Strada", funzione già assolta dalla Dorsoduro, ma si partirebbe dalla "Trail", magari chiamandola Tuareg "650", per finire con lo step successivo, dedicato a chi vuole qualcosa in più sotto il profilo delle prestazioni e delle dotazioni, della Tuareg "750" o, perché no, proprio Tuareg "800"… Se funziona per Bmw perché non dovrebbe funzionare per Aprilia?

Autore: Costantino Paolacci

Tag: Novità


Top