Attualità e Mercato

pubblicato il 24 luglio 2009

Macht, appassionato motociclista, al vertice di Porsche

Dopo SUV e motori diesel, nuovi orizzonti a due ruote?

Macht, appassionato motociclista, al vertice di Porsche

Via Wendelin Wiedeking e dentro Michael Macht alla testa di Porsche SE. E che c'entra Porsche con le moto, direte voi?

C'entra eccome e vi spieghiamo subito il perchè. Persona sorridente e gioviale, Macht oltre ad essere l’artefice dei progetti industriali che riguardano Cayenne e Panamera è appassionato di moto a tal punto da aver seguito in prima persona la joint-venture che ha portato Porsche a collaborare con Harley-Davidson per la costruzione del motore V2 - 4 valvole per cilindro e raffreddamento ad acqua - che equipaggia alcuni modelli Harley a partire dalla V-Rod.

Nulla di ufficiale riguardo ad un ritorno della celebre Casa di vetture sportive tedesca al ruolo di consulente nell'universo delle due ruote, sia chiaro, ma la tecnologia Porsche potrebbe fare gola a molti e qualcosa ci dice che, anche al di fuori dei V2 americani, lo staff diretto da Macht potrebbe valutare attentamente anche qualcosa in più di un "piccolo grande ritorno" nel settore.

Non sarebbe poi così strano. Le casse sono sane e negli ultimi anni Porsche ha rotto molti tabù, introducendo vetture "sino a ieri" impensabili per un marchio così sportivo: SUV, quattro porte e persino motori a gasolio.

Che sia la volta, dunque, di una supersportiva carenata, magari a sei cilindri? L'idea non sembrerebbe suonare poi così male...

[ Via OmniAuto.it ]

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato


Top