Sport

pubblicato il 20 luglio 2009

MotoGP 2009: salgono a 101 le vittorie di Rossi

Valentino ridicolizza le strategie d'attacco di "Por Fuera"

MotoGP 2009: salgono a 101 le vittorie di Rossi
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • MotoGP 2009, Valentino Rossi, Sachsenring - anteprima 1
  • MotoGP 2009, Valentino Rossi, Sachsenring - anteprima 2
  • MotoGP 2009, Valentino Rossi, Sachsenring - anteprima 3
  • MotoGP 2009, Valentino Rossi, Sachsenring - anteprima 4
  • MotoGP 2009, Valentino Rossi, Sachsenring - anteprima 5
  • MotoGP 2009, Valentino Rossi, Sachsenring - anteprima 6

E con questa sono quattro le vittorie 2009 di Rossi, per un totale di 101 in carriera. Dopo Jerez, Barcelona ed Assen, infatti, Valentino torna a dettare legge anche sul tracciato tedesco del Sachsenring, dopo una corsa in cui l'ormai "solito" Jorge Lorenzo si è preso la briga di cercare la vittoria, purtroppo per lui e per il suo morale senza successo.

Cambiano gli avversari ma Valentino, insomma, è sempre lì davanti. Jorge, più degli altri, ha anche il vantaggio di poter guidare la stessa moto, che a furia di essere modellata e perfezionata da The Doctor rappresenta il miglior compromesso possibile ed immaginabile per ogni pista.

Difficile dire se Jorge sarà in grado di tenere il passo di Rossi anche in Honda, dove sembra essere ormai diretto a causa di una presunta disparità di trattamento, ma è più che normale che in Yamaha diano più peso (economico soprattutto) a Rossi che non al giovane spagnolo, anche in considerazione del fatto che quando si è corso in condizioni normali le strategie di attacco di "Por fuera" sono sempre state ridicolizzate dalla magnifica combinazione di lucidità e destrezza del trentenne tavulliano.

Rossi ora conferma la sua leadership in classifica mondiale (176 punti) precedendo il compagno di squadra numero 99 di 14 punti e di 28 il coriaceo - nonostante il fisico a pezzi - Casey Stoner.

"Credo sia stato un bellissimo GP - ha dichiarato Valentino a fine corsa - con tutti e quattro i leader della classifica generale in gran forma e impegnati in una battaglia tiratissima. Sapevamo che ciascuno di loro sarebbe stato durissimo da battere e per questo sono estremamente felice per questa vittoria. Ho guidato bene e il mio team ha fatto un eccellente lavoro durante il weekend per mettere a punto la moto al meglio. Sono partito bene, poi ho fatto una bella battaglia con Stoner nella prima parte del GP. Superato il punto di metà gara, ero un po' più veloce ed in grado di spingere veramente al massimo."

"Alla fine - aggiunge Valentino - c’è stata un'altra grande battaglia con Lorenzo e devo ringraziare il fatto di essere veramente in gran forma, soprattutto perché mi ha superato quando non me lo aspettavo. Per fortuna sono stato in grado di mettermelo di nuovo alle spalle e poi ho fatto un giro finale quasi perfetto, senza alcun errore. Tutto è andato bene, oggi: la mia M1, le gomme Bridgestone. Quindi, un grazie a tutti quanti per il bel lavoro fatto. Questa è la mia quarta vittoria della stagione; penso che la mia Yamaha sia davvero straordinaria, quest'anno. Penso che gare come queste facciano bene allo sport. Adesso abbiamo un piccolo vantaggio in campionato e si va a Donington, uno dei miei tracciati preferiti, dove spero davvero di tornare alla vittoria, dopo un paio d'anni di digiuno."

"Che battaglia e che Yamaha! - dichiara Davide Brivio, Team Manager Yamaha box Rossi - Un’altra gara eccitante con molti cambi di posizione fra i quattro migliori piloti del campionato. Come sempre Valentino è partito per vincere ed oggi è stato costretto ad esprimersi al meglio per respingere l’attacco del compagno di squadra. Mi congratulo con Jorge perché ci ha reso la vita molto difficile ed ovviamente congratulazioni a Valentino per aver portato a termine brillantemente una volta di più il suo lavoro!"

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top